A tu per tu con Danilo Messa, Direttore Generale del Dairago C5

 

Ci lasciamo alle spalle la vittoria sofferta contro l’ottimo Varese C5 proiettando le nostre attenzioni alla gara di venerdì 8 marzo in casa della Master Team; nel video la sintesi del match e l’intervista al Direttore Generale e Team Manager della prima squadra Danilo Messa.

 

A tu per tu con Danilo Messa, Dairago C5.

Avendo militato per anni da giocatore quale esperienza ricorda con maggiore affetto e partecipazione emotiva?

Emozioni ne ho provate molte, tutte diverse ma intense, la vittoria di un campionato senz’altro è la più bella, ma quella piu forte fu la partita contro la Fortezza nelle finali play off vinta all’ultimo secondo proprio a Castellanza: pensi un pò…

Come e quando è maturata l’idea di ritirarsi e poi di diventare dirigente di una squadra e perchè ha scelto di essere il direttore sportivo/generale del dairago?

La decisione di appendere i guanti, è venuta dopo aver riportato l’Aurora in C2. (calcio a5, LND Lombardia)
La squadra era retrocessa dopo il mio infortunio e mi ero promesso che mi sarei ritirato solo nel momento della promozione e cosi è stato.

Ho scelto il Dairago dopo un anno sabbatico e dopo un confronto con il presidente Raimondo, che è uno che sa quello che vuole, ho scelto questa piazza; mi è piaciuta la sua idea di società che è molto vicina alla mia.

Come si trova nella nuova veste di direttore sportivo? Le manca il calcio giocato?

Beh mi trovo bene da direttore sportivo non si vede?
Comunque non mi manca il calcio giocato anche se forse, riflettendo, mi sono fermato troppo presto.

Campionato apparentemente falsato, prima l’Aurora Calcio ed ora, nel girone di ritorno il Carioca. Quali ricadute ci saranno sull’intero movimento?

Sicuramente non è piacevole vedere le società fallire, poi farlo a campionato in corsa, nel girone di ritorno ancora di più; La lega dovrà rivedere qualcosa in termine di regolamento e sanzioni perchè in questo modo si falsa troppo il campionato

La dirigenza Dairaghese ha riposto in lei la fiducia; dopo questo primo anno conoscitivo Raimondo & Co. le hanno anticipato le chiavi per la prossima stagione, ci saranno dei cambiamenti? Quali sono gli obiettivi del Vostro Dairago?

La stagione non è finita, come ho scritto sopra mi sto trovando bene qui e sono lusingato della fiducia riposta. Parlare ora del futuro non è ancora possibile; c’è tanto da fare e sicuramente ritoccheremo qualcosa ma di certo il mio imput sarà rafforzare e non smembrare.

Quale è il risultato più importante riscattato in carriera e quale prevede, nel futuro prossimo, con il Dairago?

– sorride – Il risultato più importante è sicuramente quello che ancora deve arrivare, quelli già raggiunti non contano più, con il Dairago sicuramente sarà quello di una crescita collettiva sia societaria, sia per settore sportivo…. Poi vedremo

Il roster dairaghese, è competitivo e vanta di esperienza, ma per il futuro bisogna pensare in modo più giovanili. Quali sono le proposte del Dairago per lo sviluppo del proprio movimento?

Certamente quest’anno si è cercato di avere un giusto equilibrio, e iniziare un percorso che ci porterà più avanti ad avere un settore giovanile che diventerà uno statura importante sia per la crescita sportiva e sia per la crescita societaria: un qualcosa che ad oggi non tutte le società hanno.

Dal comune di Dairago al comune di Castellanza, prevedete uno sviluppo sul territorio oppure no?

Beh mi auguro vivamente che si possa parlare di sviluppo; purtroppo ci troviamo in un nuovo Comune, dove la nostra disciplina non è molto conosciuta; diverse le realtà sportive in attività importanti.
Ci siamo prefissati, come primo obiettivo istituzionale, di portare il nostro sport nelle scuole per farci conoscere e raccontare il nostro progetto con l’obiettivo sportivo di coinvolgere ragazzi e bambini di qualsiasi status sociale, di qualisiasi livello tecnico. Non siamo una società professionistica dove a livello tecnico gli atleti devono eccellere e
ricordiamoci, che, seppur è bello giocare con una divisa infangata nel corso di un temporale, le mamme preferiscono le discipline al coperto: la nostra.
Nella circoscrizione Castellanzese ci sono ottime strutture e come associazione desideriamo sviluppare il nostro ideale in questo Comune, che per altro, quest’anno ci ha ospitato senza referenza, ma dando fiducia ai nostri ideali: seppur ospiti e con una ragione sociale “antipatica”, ci troviamo molto bene. 

Siamo al 70% della manifestazione: nuovo mister, squadra al 90% nuova ed un risultato migliore della passata stagione, quali sono gli obiettivi centrati fino ad oggi? Come si muoverà il dairago nell’ambito del futsal mercato (senza svelarCi i nomi)

Beh.. Mister nuovo squadra nuova: al momento gli obiettivi raggiunti sono stati quelli che ancora devono arrivare. Non posso sbilanciarmi.
Ci sono marigni di miglioramento e naturalmente dobbiamo migliorare le prestazioni sportive della stagione scorsa giunti al termine delle gare in nona posizione. Quest’anno abbiamo raggiunto, con non poche difficoltà, una buona posizione, grazie a Mister Spadaccino: il connubio di giovani ed esperienza ci permettono, ad oggi, di essere la terza forza del nostro girone.  La stagione è ancora lunga e non sappiamo come finirà questo campionato, dove ogni partita sarà una lotta e noi siamo alla ricerca dei 6/9 punti per essere matematicamente ai play-off; raggiunto questo obiettivo, disputeremo ogni partita come fosse una finale: gli Atleti sono abbastanza motivati.
Qualora, quest’anno, arrivasse una possibile promozione in C1, la società è pronta ad affrontare questo importante passo ed in previsione, sto lavorando insieme al mister allo staff tecnico per allestire anticipatamente un roster competitivo. La società sta creando il settore giovanile con l’obiettivo di avvicinare nuovi giovani alla nostra disciplina.

E’ presto per parlare delle anticipazioni di mercato e come ho già ribadito sopra, non prevedo di sconvolgere la squadra ma punteremo a rinforzare alcuni ruoli. Gli ottimi risultati fino ad oggi ottenuti e se mantenuti in continuità ci permetteranno di riaffermare gli atleti della stagione corrente; la società, all’inizio della stagione è stata chiara: raggiunto l’obiettivo chi sceglierà di vestire per 1 altro anno la nostra maglia riceverà un premio.
Concludo con il comunicarvi che sono stati avviati alcuni  contatti con altre società per il passaggio di giocatori al Dairago ma di questo ne parleremo a bocce ferme.

Si ringrazia per la disponibilità il Dirigente Messa. 

 




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.