Categoria: Stagioni Sportive

Quinta giornata di ritorno “scoppiettante”

Giornata estremamente interessante per le sorti di questo campionato, quella che abbiamo di fronte.

A Sedriano si potrà assistere allo scontro stellare, che vedrà di fronte le due dominatrici del girone: Vanzago e Real AVM CAM si affronteranno in uno scontro diretto che si preannuncia senza esclusione di colpi. Chi ne uscirà vittorioso darà una prova di forza e si candiderà prepotentemente al ruolo di sola dominatrice. Anche se non credo che, da qui alla fine, chi perderà questa battaglia, si possa arrendere e accontentarsi del posticino sul podio.

Passano addirittura in secondo piano altri due match di grandissimo interesse per la corsa ai playoff: a Dairago i nostri ragazzi affronteranno l’Arona, mentre a Legnano i 3 punti saranno in palio fra Academy e Bocconi.

Della nostra partita preferisco non parlarne, per scaramanzia, mentre Academy-Bocconi sarà un confronto interessantissimo, fra due dei roster più tecnici del torneo… Se non avessi i miei Ragazzi da seguire, non ci penserei due volte ad andarla a vedere.

Stuzzica anche l’incontro fra Athletic Brianteo e Tubo Rosso, con la prima che ha dominato il girone di andata e ora ha avuto un calo, mentre percorso diametralmente inverso per la seconda, che ha fatto fatica all’andata, ma ora sta risalendo la china.

Per la corsa salvezza, invece, si affronteranno il Carioca e La Fortezza, con entrambe pronte a dimostrare di non meritare la bassa classifica momentanea.

Chiudono la giornata i confronti fra Futsal Varese e Malgrate e fra Cometa e Little Pub, con Varese e Little Pub, in corsa play-off, pronte ad approfittare degli scontri diretti fra le rivali di classifica, ma attenzione ai due fanalini di coda, squadre che si sono dimostrate capaci di regalare qualche sorpresa qua e là.

Giornata tutta da seguire questa, come del resto lo sarà ognuna, da qui alla fine del campionato.

il mister Enrico Belli

Coppa Italia C1: Pavia C5 – Rovereto Futsal

4° GIORNATA DI RITORNO: LITTLE PUB-CARIOCA 3-2

LITTLE PUB-CARIOCA 3-2
Marcatori: Di Biasi, Pontoglio, Bragato

LITTLE PUB: Gervasio; Pontoglio, Sabatelli, Sasso, Bragato. A rotazione: Ozeas, Ferrara, Ercolani, Molteni, Di Biasi. A disp.: Cremascoli, Dodaro.

MARIANO COMENSE – Esattamente come un girone fa, la partita con il Carioca aveva una grande importanza in termini di morale e classifica per il Little, reduce dall’incredibile rimonta della scorsa settimana subita dal Futsal Varese. Per questa sfida, Gervasio e Pizzo decidono di partire senza pivot ma è dopo la prima turnazione che si sblocca il match con Di Biasi, bravo a concludere nel migliore dei modi uno schema da calcio d’angolo. Il Little mantiene la superiorità territoriale, ma alla prima distrazione viene punito dal gol del pareggio di Scinico, che approfitta di un errore in fase d’impostazione di Molteni per involarsi verso Gervasio e farlo secco. Il Little, al termine della prima frazione, manda i cardanesi al tiro libero, ma il palo dice di no agli ospiti e si va all’intervallo sul parziale di parità.

Nella ripresa il Little ritrova il vantaggio con Pontoglio, che questa volta finalizza uno schema su calcio di punizione. L’inerzia della partita passa ancora nelle mani gialloblu ed è Bragato a trovare il gol del 3-1 saltando un uomo e scovando il corridoio giusto per arrivare al gol. Il finale vede il Carioca trovare il gol del 3-2, ancora con Scinico, a 30 secondi dalla fine, ma questa volta i secondi finali non sono fatali al Little.

L’arbitro ferma la rincorsa del Dairago

LAINATE

Match clou della giornata, quello che vede la prima in classifica REAL AVM CAM ospitare la quarta DAIRAGO, reduce da 3 vittorie consecutive.
Per il Dairago C5 esordio in porta del nuovo acquisto Emiliano D’Ischia, meraciglioso ragazzo affetto di sordomutismo ma con un gran talento fra i pali, che regalerà una prestazione maiuscola.
Mister Belli decide di appiccicare al bomber avversario Mandalà il roccioso Mura, che sforna una prestazione da 10 e lode.

Dal primo minuto: Laterali Beretta e Costantini, pivot Parrella.

La partita appare subito avvincente da ambo le parti, con un Costantini uomo ovunque e i due portieri che fanno capire a tutti quanto sarà difficile superarli.È il CAM a passare in vantaggio con una rapida ripartenza.
I Leoni dairaghesi non si abbattono e, con l’ingresso di Ventimiglia, riescono a ribaltare velocemente, con le reti firmate proprio dal nuovo entrato e da Beretta, con un pregevole tiro al volo.
La partita, con anche un clamoroso legno colpito dai dairaghesi (sul tiro di Beretta l’incrocio vibra ancora adesso in stile diaposon), sembra prendere la piega giusta, ma è qui che entra in scena l’arbitro che, tra rimesse laterali, tuffi e falli non visti, per usare un eufemismo, ha la sfortuna di prendere una serie di decisioni sbagliate tutte a favore di una sola squadra.
Mister Belli chiede al direttore di fare più attenzione alle accentuazioni di caduta avversarie, ma per risposta riceve uno “stia zitto per favore”.
Nel frattempo il CAM pareggia con azione rocambolesca ma ben gestita.
Sul finire del tempo, il direttore di gara si inventa una punizione pericolosa in favore della squadra di casa, e fin qui tutto normale, se non fosse che ne fischia l’esecuzione mentre D’Ischia stava ancora sistemando la barriera (ricordiamo sopra le condizioni uditive del portierone): staffilata di Saffioti e gol che porta all’intervallo sul 3-2.

Nella ripresa i Dairaghesi paiono intenzionati a raddrizzare la partita, ma concedono un buco difensivo agli avversari, che non si fanno pregare a segnare il quarto gol.
Dairago a testa bassa nel tentativo di raddrizzare il match, anche Ponzini sforna una prestazione da leone, ma sempre l’arbitro fa molta fatica a fischiare i falli che subiscono i rossoblu e per il CAM non è difficile fermare le offensive avversarie, sia con le buone (nel quale sono molto bravi) sia con le cattive (poche volte ma sempre impuniti).
Dopo molta insistenza ed un altro legno clamoroso, Beretta trova il gol della speranza con un colpo da biliardo.
Speranza però resa vana sempre dalla stessa persona, che abbocca all’ennesimo tuffo e si inventa una nuova punizione per il CAM.
Un insolitamente esasperato mister Belli si lascia andare in un “ma si è tuffato!” e la seconda volta che l’arbitro gli rivolge la parola nei 60 minuti, lo fa per allontanarlo dal campo.
La punizione viene trasformata in gol dal bombardiere Saffioti e la partita si chiude 5-3.

Grande rabbia per i ragazzi dairaghesi, consapevoli di non meritare quella sconfitta, ma rabbia anche per il mister, che ci ricorda che lui non era mai stato espulso da allenatore, e non aveva mai ricevuto un cartellino, nemmeno giallo, da calciatore. Ci voleva questo arbitro…

Ora testa all’Arona che c’è bisogno di un riscatto immediato.

Risultati

Club1st Half2nd HalfGoalsEsito
Real Avm Cam325Vittoria
A.S.D Dairago 2011 C5213Sconfitta

Dettagli

Data Ora Competizione Stagione
15 febbraio 2018 12:11 PM 2017/2018 serie c2 m 2017/2018

Real Avm Cam

Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
 0000

A.S.D Dairago 2011 C5

# Giocatore Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
2Mura DavideUniversale0000
3Tomatis LucaUltimo0000
4Ponzini EmanueleLaterale0000
6Neglia DiegoPivot0000
7Costantini LucaLaterale0000
8Parrella AlessandroUltimo0000
10Beretta DavideLaterale2100
11Ventimiglia EmilianoPivot1100
12D’Ischia EmilianoPortiere0000
15Cianciaruso NicolòLaterale0000
 Totale 3200

La prealpina 19 Febbraio 2018

16/2/18: REAL AVM CAM – DAIRAGO C5

Nulla da perdere per il Dairago C5 ospite della capolista Cam. Scontro diretto tra Beretta Davide Capocannoniere e l’inseguitore Mandalà Daniele.  

Dove Giochiamo

Programmazione: ore 21.15 – Venerdì 16/2/2018

Dettagli

Data Ora Competizione Stagione
15 febbraio 2018 12:11 PM 2017/2018 serie c2 m 2017/2018

Real Avm Cam

Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
 0000

A.S.D Dairago 2011 C5

# Giocatore Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
2Mura DavideUniversale0000
3Tomatis LucaUltimo0000
4Ponzini EmanueleLaterale0000
6Neglia DiegoPivot0000
7Costantini LucaLaterale0000
8Parrella AlessandroUltimo0000
10Beretta DavideLaterale2100
11Ventimiglia EmilianoPivot1100
12D’Ischia EmilianoPortiere0000
15Cianciaruso NicolòLaterale0000
 Totale 3200

Designazioni Arbitrali

Il Dairago C5 ingrana la Terza e vola in Quarta

 

Rispetto alla foto a lato, assenti BuKaj e Camarchio (entrambi hanno sospeso la stagione dairaghese).

Convocati: Colombo, Lideo, Mura, Cianciaruso, Costantini, Neglia, Parrella, Tomatis, Ventimiglia, Beretta

I dairaghesi, reduci da 2 vittorie consecutive, si apprestano ad ospitare la temuta Bocconi, avanti in classifica ma superabile con una vittoria. Uno scalpitante Davide Mura inizia il riscaldamento coi compagni ancora negli spogliatoi, convincendo mister Belli a farlo partire nel quintetto iniziale, con Colombo, Lideo, Beretta e Ventimiglia.

Video della gara qui

Fischio d’inizio – I leoni rossoblu paiono subito determinati a portare a casa i 3 punti, ma la sfortuna fa schiantare sui pali un paio di conclusioni. È invece la Bocconi a portarsi in vantaggio, grazie a un pregevole tiro al volo dopo una respinta difensiva. Pareggia Dado Beretta, che lesto insacca dopo un batti e ribatti.
Poco dopo, però, è Lumi ad inventare il nuovo vantaggio della Bocconi, con un tiro esterno col contagiri, da esporre nelle cineteche. Sul finire del primo tempo ancora Beretta trova un bellissimo gol d’anticipo sul portiere, che varrebbe il pareggio, se l’arbitro inspiegabilmente non lo annullasse.

Si va negli spogliatoi con la Bocconi avanti 2-1, nonostante la supremazia dairaghese.

Nel secondo tempo la storia sembra non cambiare, con la squadra di casa che crea ma non concretizza.È una punizione di Lideo, battuta con precisione da biliardo, a portare il tanto atteso pareggio. A questo punto è Ventimiglia, fino a quel momento più volto al prezioso sacrificio che alla finalizzazione, a salire in cattedra; prima insacca di prepotenza dopo essere stato imbeccato da Beretta; poi riceve da rimessa laterale, prende la mira, e fissa il punteggio sul 4-2.
Finale all’insegna di disperati tentativi bocconiani di raddrizzare la partita, ma è il turno di Colombo che, fermandoli tutti, mette la sua firma sul successo rossoblu.

.
Missione compiuta, terza vittoria consecutiva, Bocconi superata in classifica e quarto posto guadagnato.

Come dice “lo zio” Raciti: FORZA DAIRAGO SEMPRE!

3ª GIORNATA DI RITORNO: FUTSAL VARESE-LITTLE PUB 5-4

3ª GIORNATA DI RITORNO
FUTSAL VARESE-LITTLE PUB 5-4

 

CASTELSEPRIO, punto di vista Little Pub – Un tracollo verticale, fisico e mentale costa al Little una clamorosa rimonta che culmina con la sconfitta sul parquet del Futsal Varese. Succede tutto negli ultimi 15 minuti della ripresa, con il Little avanti per 4-0 frutto dei gol di Di Biasi (doppietta) e Bragato che avevano chiuso sul 3-0 il primo tempo. Ad avvio ripresa il gol di Pontoglio su punizione che sembrava aver indirizzato la partita. Invece, dopo il palo colpito ancora da Pontoglio su punizione, si spegneva la luce per il Little, che incassati in rapida sequenza i gol del 1-4 e del 2-4, andava completamene in bambola. Inevitabile il pareggio varesino e con la partita completamente ribaltata nella sua condizione, arrivava a 3’ dalla fine il gol del 5-4 che certifica non solo il fatto che il nostro obiettivo è la SALVEZZA, ma anche che c’è bisogno di riprendere una condizione fisica che ci permetta di arrivare alla fine delle partite e un po’ più di sicurezza mentale nel gestire i vantaggi, visto che è la terza partita consecutiva dove il Little va in vantaggio e viene poi rimontato, sempre nei minuti finali delle gare.

 

Altri 3 punti allontanano il dairago dalla zona playout.

La squadra entra in campo con Colombo, Lideo, Mura, Ponzini, Ventimiglia dal primo minuto… in panchina c’è il convalescente Beretta, pronto a dare il suo apporto a partita in corso. Capitano Parrella. 

MALGRATE – Il Dairago è subito padrone del campo, ma non riesce a trovare il guizzo decisivo, mantenendo il punteggio inchiodato sullo 0-0, complice anche una buona organizzazione difensiva avversaria.
Dopo 7 minuti, mister Belli, corre ai ripari, inserendo la fantasia di Beretta e qui la partita si spacca, anche grazie al prezioso contributo del capitano Parrella.
Manco a dirlo, è bomber Beretta a sbloccare il risultato, ma una dormita generale non lascia nemmeno il tempo di esultare: 1-1.
Una ripartenza firmata Parrella, Costantini e Ventimiglia, con soli 3 tocchi (per la gioia di mister Belli), porta nuovamente in vantaggio i Dairaghesi.
Pochi minuti dopo, un’azione caparbia di Parrella si conclude con un assist per Neglia che sigla il 3-1.
Il primo parziale volge al termine, ma è il turno di Parrella, che insacca con un cucchiaio da posizione decentrata.
Dopo l’intervallo il Dairago pare appagato e il blackout dairaghese è alle porte. Colombo, tra i pali, è costretto a fare qualche straordinario, ma “il fantasioso gran pezzo” di Beretta con la finalizzazione di Ventimiglia, portano altre 2 reti, fissando il punteggio sul 6-1 a metà del secondo tempo.
Finale di partita privo di grosse emozioni, coi Dairaghesi che tirano i remi in barca e i ragazzi di Malgrate ormai rassegnati alla sconfitta.

 

Malgrate Avis C5

Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
 0000

A.S.D Dairago 2011 C5

# Giocatore Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
1Colombo LucaPortiere0000
2Mura DavideUniversale0000
3Tomatis LucaUltimo0000
4Ponzini EmanueleLaterale0000
7Costantini LucaLaterale0100
8Parrella AlessandroUltimo1200
9Lideo GabrieleLaterale0000
10Beretta DavideLaterale1100
11Ventimiglia EmilianoPivot3100
15Cianciaruso NicolòLaterale0000
6Neglia DiegoPivot1000
 Totale 6500

 

News dal Futsal Varese: Futsal Tubo Rosso – Futsal Varese

Fonte

I biancorossi ancora sconfitti, questa volta a Verano Brianza, contro il Futsal Tubo Rosso. Incidente gioco tra Elfjor e Bizzozero, chiamata la guardia medica, partita sospesa per qualche minuto.

Il Futsal Varese inizia male il girone di ritorno di serie C2 incamerando in due giornate la seconda sconfitta consecutiva e questa volta contro una diretta rivale per non cadere nei playout, ovvero il Futsal Tubo Rosso sconfitto all’andata con un perentorio 10-5. Invece a Verano Brianza venerdì sera non si è ripetuta la prestazione dell’andata e quindi ne è scaturita una sconfitta con il risultato identico a quello subìto la settimana precedente in casa contro l’Athletic Brianteo, ovvero un 6-3 che, per quello visto in campo, sembra troppo eccessivo per i biancorossi. Il tecnico dei varesini, Dario Martucci, si è presentato a Verano Brianza senza delle pedine importanti quali il portiere Portogallo, e poi Cannavò, Nanut, Maiellaro e Bruttomesso e rattoppando questi con gli innesti di Rossetti e Manduca non ancora al 100% della condizione fisica. Ma andiamo al match di Verano Brianza. Partita che vede il Futsal Varese con schierati Mometti tra i pali, ultimo Caracciolo, sulle laterali Elfjor e capitan Sandu, e in avanti Gagliardi. Partenza non eccellente dei biancorossi che, per prendere le misure agli avversari, devono subire due reti al 5′ e al 9′ minuto. Da qui in poi, e per tutto il primo tempo, è praticamente Futsal Varese che, con delle bezze azioni corali, reagisce alla grande. Al 12’30” ecco il momentaneo 1-2 del bomber biancorosso Elfjor Jahori e, in chiusura, il pari di Loris Barile (alla sua prima marcatura in C2) che appoggia a porta vuota su una corta respinta dell’estremo difensore brianzolo. Un 2-2 giusto, anche se c’è da rimarcare che il Futsal Varese ha avuto sui piedi le occasioni migliori per passare in vantaggio. Ma quel che più ha destato preoccupazioni è stato lo scontro fortuito tra i compagni di squadra Elfjor e Bizzozzero al 27′ tanto da sospendere la gara per qualche minuto e addirittura chiamare la guardia medica. Entrambe i giocatori biancorossi si ripresentano nel secondo tempo in evidente stato di shock e con vistose bendaggi al sopracciglio per il bomber albanese e sotto lo zigomo per il pivot milanese. Comunque sia la ripresa vede all’inizio ancora un buon Futsal Varese con, al 2′ minuto, capitan Omar Sandu che porta avanti i suoi sul 3-2 il match. Ma la gioia dura poco. Il Futsal Tubo Rosso, come già accaduto nella parte finale del primo tempo, attua l’uomo di movimento e i varesini vanno in crisi subendo il pari e poi il sorpasso tra il 7′ e 11′ minuto. Allora i biancorossi tentano di tornare in carreggiata, ma invano. Elfjor, ancora stordito, sbaglia due gol clamorosi a porta sguarnita che potevano riportare i propri compagni in partita. Gol sbagliati gol subiti e così al 23′ e 24′ la doccia fredda del 5 e 6-3 in favore dei brianzoli. Peccato davvero perché il Futsal Varese, seppur senza giocatori importanti in campo, ha dimostrato di lottare e di essere un gruppo coeso. Ora però bisogna svlegliarsi e tornare a vincere per non essere inghiottiti nelle zone calde della classifica. Prossimo match a Casteseprio, palestra Don Cremona, giovedì 15 alle ore 21:30 contro La Fortezza che ha tre punti in meno proprio dei varesini. Una diretta rivale da allontanare assolutamente.

Dagli spogliatoi
MISTER MARTUCCI: “LE ASSENZE IMPORTANTI CI SONO COSTATE CARE, ANCHE SE CHI HA GIOCATO HA DATO TUTTO”

Mister Dario Martucci, al termine della gara, è chiaro: “Abbiamo mollato verso la fine regalando due reti che poi hanno dato la certezza al Futsal Tubo Rosso di conquistare i tre punti. Ho visto la mia squadra ottima per circa 40 minuti, ma poi i soliti errori e il calo di adrenalina sono costati caro ad alcuni giocatori. Questo non deve più accadere perché le partite durano 60 minuti e se si vuole raggiungere una tranquilla salvezza bisogna restare concentrati e uniti per tutta la partita”. Infine, da parte del tecnico biancorosso, un duro ultimatum ad alcuni giocatori. “La maglia del Futsal Varese deve sempre essere onorata in campo e negli spogliatoi. E’ un messaggio che lancio ad alcuni miei ragazzi e in settimana ne parlerò con loro di persona per vedere se, veramente, ci tengono a far parte di questa squadra. Se così non fosse possono anche pensare ad altro, ma lontano da Castelseprio”. E sulla partita contro La Fortezza? “Dobbiamo tornare a fare i tre punti, dico solo questo” chiosa Martucci.