Categoria: Stagioni Sportive

U21: Partita a senso unico, prestazione perfetta dei leoncini castellanzesi

Ci pensano i ragazzi di Basilio/Cherobin a riattivare il fervore castellanzese: Finale 12-1 per i padroni di casa.

Dopo la vittoria netta sui Red Bulls Codogno, i ragazzi dell’U21 pensano già alla trasferta in casa del Palaextra e per arrivare pronti all’appuntamento raddoppiano le sessioni di allenamento: lunedì 25/11 aggregati alla prima squadra e rifinitura tattica mercoledì 27/11.

Marcatori: 5 Rota, 3 Cherobin, 1 D’Ambra, Waillant, Castoldi, Cuturello
Troppo netto il divario tra le due compagini al termine dei sessanti minuti regolamentari, seppur il caterpillar castellanzese all’intervallo dominava per sei rete ad una. Nel secondo parziale da segnalare il rigore sbagliato di Minoja, numero uno del Castellanza, eccezionalmente dal dischetto dei 10 metri per rendere ancora più unica la prestazione: nonostante il risultato netto a favore dei Ragazzi di Mr Rolfi, Minoja, soprattutto nel primo parziale è stato fondamentale a tu per tu con gli avversari.

Il Futsal Castellanza perde ancora nei secondi finali.

Con un po’ di fortuna il Futsal Castellanza sarebbe in un’altra posizione in classifica.

Anche venerdì sera, i ragazzi di Messa, nonostante una gara di tutto rispetto, tornano a casa con l’amarezza nelle borse, per aver subito l’ennesima sconfitta stagionale. A meno di dieci minuti dalla fine, il castellanzesi erano in vantaggio sui padroni di casa… ma come contro il Futsal Varese, i nostri ragazzi sono stati beffati nei secondi finali: prima il pareggio su calcio di rigore al limite per la squadra ospitante; pronta la risposta con il pareggio dei castellanzesi e, inaspettata, la beffa sul fischio finale che congela i sogni di Messa & Co.

Anche oggi roster rimareggiato; non è bello perdere nei minut finali. La stagione è tutt’altro che facile e i risultati tardano ad arrivare; il gruppo stanno lavorando bene e qualche soddisfazione ce la toglieremo: i ragazzi sono rimasti uniti con la società nonostante le spiacevoli dimissioni del mister.” Commenta il dirigente Massimo Oneda che ha seguito la squadra – “è stata una bella gara, ma torniamo purtroppo con il cestino vuoto, proprio sul suono della sirena. Non posso dir nulla ai ragazzi, la coperta era corta e non avevamo cambi sufficienti per far respirare gli interpreti della gara.” incalza Messa – Assenti Piran, Resta, Corciulo, Pitronaci, D’ambra e prosegue “Non voglio usare le assenze come alibi, seppur questa classifica è immeritata. Abbiamo pagato due disattenzioni, determinate dalla mancanza di lucidità. Ora testa all’allenamento di lunedì ed alla gara di coppa di martedì”

L’ascesa del Futsal Castellanza è rimandata nuovamente.

 

Classe 2001 – Cherobin leader e trascinatore, pareggio a Cernobbio.

Il 2001 più ambito della Lombardia (squadre di serie B e C1 sulle sue tracce) segna giovedì in casa con la prima squadra (50 minuti effettivi in C2) e trascina (come al solito) l’U21 nel secondo pareggio stagionale calando la tripletta personale. 15 le marcature in questa stagione sportiva.

Assente Rota (Sabato sera brillante) tocca a Castoldi ed il laterale D’ambra (entrambi a segno, ieri con l’U21) a trascinare il fronte offensivo del Futsal Castellanza. Un parziale a testa in quel di Cernobbio, finale parità.

Dopo l’intervallo i ragazzi di Mr Rolfi prendono le misure ai padroni di casa e rifilano sette marcature agli avversari. Devastante Luca Cherobin, classe 2001 che cala la sua seconda tripletta stagionale.

 

Quante emozioni finiscono in pareggio: punto d’oro contro il San Biagio

VERANO BRIANZA

Il primo punto della stagione arriva nella trasferta tra le mura amiche del San Biagio Monza. I ragazzi del Futsal Castellanza dopo 5 giornate trovano il punto per risorgere nella difficile trasferta segnata dall’assenza importante di Manuzzato e Piran e la convocazione degli under Cherobin, Cuturello e D’Ambra.

Nulla da aggiungere a fronte di un silenzio stampa annunciato da giorni.

Speriamo sia la volta buona per questi ragazzi che non meritano l’attuale posizione in classifica.

 

Troppo pesante la sconfitta casalinga: meratavamo il pareggio.

CASTELLANZA

Il Futsal Tuborosso, squadra di grande rispetto, si impone nella trasferta castellanzese per quattro reti a due: parla il campo dopo sessanta minuti seppur il risultato è troppo pesante. L’ennesimo macigno in casa ex-dairaghese, la quinta sconfitta consecutiva nel campionato di serie C2, girone A: è la prima volta che accade.

Nonostante la sconfitta i ragazzi di Mr Messa si difendono bene mostrando un buon gioco, ma due letture errate difensive ben sfruttate dai ragazzi di Monti ed un euro gol, accompagnano, con eleganza, il Futsal Castellanza nella penultima posizione della classifica.

Un altro arbitraggio al limite dell’indecenza sancisce negativamente sull’andamento della gara. I padroni di casa, al posto di reagire sul campo, saltano i convenevoli rigettando la propria rabbia contro il direttore di gara (ndr 2H nello spogliatoio a colloquio dal responsabile di campo)  il quale dall’alto della suo onnipotenza, non fa altro che fischiare contro, adottando il regolamento a proprio piacimento.

Per quanto riguarda il Futsal Castellanza, ha giocato una buona partita ma è mancata di ciniscmo.

 

Amara la trasferta di Varese, i sogni del castellanza si spengono in meno di quindici minuti

CASTELLANZA

Brutto colpo per i ragazzi di Mr Messa, alla sua prima comparsa in panchina nella nuova veste.

I ragazzi del Futsal Castellanza, vedono sfuggire la vittoria a 20 secondi dalla fine, quando appena 15 minuti prima conducevano per quattro reti ad una. Impossibile trovare il colpevole della disfatta:  resta l’amaro in bocca a tanta voglia di riscattarsi. Ancora una volta i castellanzesi recriminano non poco: l’arbitraggio non all’altezza per la categoria, le azioni gettate al vento, i gol sbagliati a porta indifesa (nonostante l’ottima prestazione del portiere avversario, che per ben quattro volte ha levato le castagne dal fuoco su Pitronaci, Sorrentino, Engheben e Piran) ed i troppi errori difensivi…

L’aria l’indomani è pesante, il mister Iperteso striglia la squadra e riprende alcune situazioni poco simpatiche nel gestire la partita, ma l’amarezza è troppa non c’è tempo per le lacrime e bisogna pensare al domani.

 

Prima vittoria ufficiale per l’U21 di Rolfi: la prima squadra cade in casa del Fusal Varese

Ottima prestazione per l’U21 che espugna il campo dei Boys Bellinzago; i ragazzi di Messa e Spadaccino cadono anche contro il Futsal Varese dopo quaranta minuti di dominio assoluto ed un vantaggio di due marcature. Finale a 20 secondi dalla fine per 5-4 per i Carnelli Boys.

Le speranze dei leoncini Castellanzesi si erano arenate dopo la sconfitta di Pavia; ma i ragazzi di Mr Rolfi, nella trasferta di Bellinzago si impongono per sei reti a tre. La sfida tra le due compagini, ha visto i rossoblue cambiare marcia, dopo il momentaneo pareggio per tre reti a tre della squadra di casa e decidere  la contesa nel secondo parziale.

Primo tempo ricco di emozioni, dopo solo dieci minuti il Futsal Castellanza conduceva per tre reti a zero la gara e, successivamente, veniva recuperata nei venti finali prima dell’intervallo dai Boys Bellinzago. Nel secondo parziale, per i Castellanzesi sale in cattedra Waillant, il giovanissimo Italo Brasiliano, convocato questa sera contro il Futsal Tubo rosso, che infila due marcature di fino nella porta avversaria. Ottima e da segnalare la prestazione di Minoja tra i pali, che più volte, difende la propria porta ed il risultato, con interventi al limite della coscienza umana.

Palla al centro. Triplice Fischio Finale con la commozione del presidente per l’ottimo risultato in trasferta.

silenzio stampa Per la prima squadra

Futsal Castellanza mette l’ipoteca sul passaggio del turno in Coppa Lombardia

Boccata di ossigeno per i Castellanzesi contro la Polisportiva di Nova. Il Futsal Castellanza di Messa-Spadaccino (dimesso) passa il turno come prima del girone.

Castellanza – Entrambe le compagini a zero punti in campionato. L’eventuale pareggio avrebbe sancito il passaggio di entrambe, ma i castellanzesi necessitano di una boccata di ossigeno, per ritrovare la fiducia nei propri mezzi e ragionare, con il nuovo Mister Danilo Messa, per l’ascesa in campionato.

Gara a fase alterne, meglio nel primo parziale i ragazzi di Mr Spadaccino, nell’ultima panchina ufficiale del 2019. L’ingresso di Corciuo, con il risultato di uno a zero per gli ospiti, ed i fantasmi della paura nell’aria rarefatta della palestra L. Da vinci è determinante sull’andamento della gara e sul risultato finale. Alla prima palla buona colpisce il palo, alla seconda insacca dai 10 metri. Raddoppio di Manuzzato e doppietta dello stesso corciulo.
Nel secondo parzale i ragazzi di Mr Pulici agguantano il pareggio grazie ai centri di Rosada (doppietta) ed Ercolani che semina il panico dalla propria area difensiva fino alla rete di Colombo. Pochi minuti dopo, capitan Engheben riporta in vantaggio la squadra di casa, e sul portiere di movimento, Pitronaci sigla il definitivo cinque a tre.

 

Sconfitta esterna per U21 di Mr Rolfi

Il Futsal Castellanza dopo i venti minuti iniziali cade al Palabianchi di Pavia rimediando una pesante sconfitta che premia l’ottimo gioco del Pavia C5 che, con gli stessi atleti potrebbe serenamente dire la sua in un campionato di serie C2.

Non è una sconfitta umiliante quella di Pavia. Anzi è dignitosa. Nonostante il risultato finale per dieci reti a quattro per i padroni di casa, i ragazzi di Rolfi/Cherobin non hanno mai mollato: nei primi dieci minuti del primo parziale, almeno 5 palle sono state calciate sul portiere avversario; emozione, imprecisione, poca esperienza hanno fatto da padrone. Il risultato del primo parziale era anche teoricamente ribaltabile ma alla fine di tutto, il Pavia C5 ha vinto perchè più forte e con giocatori di altra categoria.

Nel secondo parziale il Pavia ha dilagato con un ottimo possesso palla a due tocchi, con continue rotazioni.

Sul finire sono tornati in carica gli ospiti, i nostri ragazzi con D’Ambra, Cherobin e Cuturello hanno più volte sfiorato la marcatura negata dall’ottimo portiere. Dopo 60 minuti, nonostante i km macinati, i ragazzi erano sorridenti, uniti, determinati per fare meglio imparando dagli errori.

E’ lo sport: si vince e si perde.