Categoria: Stampa Locale 2017/18

La prealpina 19 Febbraio 2018

News dal Futsal Varese: Futsal Tubo Rosso – Futsal Varese

Fonte

I biancorossi ancora sconfitti, questa volta a Verano Brianza, contro il Futsal Tubo Rosso. Incidente gioco tra Elfjor e Bizzozero, chiamata la guardia medica, partita sospesa per qualche minuto.

Il Futsal Varese inizia male il girone di ritorno di serie C2 incamerando in due giornate la seconda sconfitta consecutiva e questa volta contro una diretta rivale per non cadere nei playout, ovvero il Futsal Tubo Rosso sconfitto all’andata con un perentorio 10-5. Invece a Verano Brianza venerdì sera non si è ripetuta la prestazione dell’andata e quindi ne è scaturita una sconfitta con il risultato identico a quello subìto la settimana precedente in casa contro l’Athletic Brianteo, ovvero un 6-3 che, per quello visto in campo, sembra troppo eccessivo per i biancorossi. Il tecnico dei varesini, Dario Martucci, si è presentato a Verano Brianza senza delle pedine importanti quali il portiere Portogallo, e poi Cannavò, Nanut, Maiellaro e Bruttomesso e rattoppando questi con gli innesti di Rossetti e Manduca non ancora al 100% della condizione fisica. Ma andiamo al match di Verano Brianza. Partita che vede il Futsal Varese con schierati Mometti tra i pali, ultimo Caracciolo, sulle laterali Elfjor e capitan Sandu, e in avanti Gagliardi. Partenza non eccellente dei biancorossi che, per prendere le misure agli avversari, devono subire due reti al 5′ e al 9′ minuto. Da qui in poi, e per tutto il primo tempo, è praticamente Futsal Varese che, con delle bezze azioni corali, reagisce alla grande. Al 12’30” ecco il momentaneo 1-2 del bomber biancorosso Elfjor Jahori e, in chiusura, il pari di Loris Barile (alla sua prima marcatura in C2) che appoggia a porta vuota su una corta respinta dell’estremo difensore brianzolo. Un 2-2 giusto, anche se c’è da rimarcare che il Futsal Varese ha avuto sui piedi le occasioni migliori per passare in vantaggio. Ma quel che più ha destato preoccupazioni è stato lo scontro fortuito tra i compagni di squadra Elfjor e Bizzozzero al 27′ tanto da sospendere la gara per qualche minuto e addirittura chiamare la guardia medica. Entrambe i giocatori biancorossi si ripresentano nel secondo tempo in evidente stato di shock e con vistose bendaggi al sopracciglio per il bomber albanese e sotto lo zigomo per il pivot milanese. Comunque sia la ripresa vede all’inizio ancora un buon Futsal Varese con, al 2′ minuto, capitan Omar Sandu che porta avanti i suoi sul 3-2 il match. Ma la gioia dura poco. Il Futsal Tubo Rosso, come già accaduto nella parte finale del primo tempo, attua l’uomo di movimento e i varesini vanno in crisi subendo il pari e poi il sorpasso tra il 7′ e 11′ minuto. Allora i biancorossi tentano di tornare in carreggiata, ma invano. Elfjor, ancora stordito, sbaglia due gol clamorosi a porta sguarnita che potevano riportare i propri compagni in partita. Gol sbagliati gol subiti e così al 23′ e 24′ la doccia fredda del 5 e 6-3 in favore dei brianzoli. Peccato davvero perché il Futsal Varese, seppur senza giocatori importanti in campo, ha dimostrato di lottare e di essere un gruppo coeso. Ora però bisogna svlegliarsi e tornare a vincere per non essere inghiottiti nelle zone calde della classifica. Prossimo match a Casteseprio, palestra Don Cremona, giovedì 15 alle ore 21:30 contro La Fortezza che ha tre punti in meno proprio dei varesini. Una diretta rivale da allontanare assolutamente.

Dagli spogliatoi
MISTER MARTUCCI: “LE ASSENZE IMPORTANTI CI SONO COSTATE CARE, ANCHE SE CHI HA GIOCATO HA DATO TUTTO”

Mister Dario Martucci, al termine della gara, è chiaro: “Abbiamo mollato verso la fine regalando due reti che poi hanno dato la certezza al Futsal Tubo Rosso di conquistare i tre punti. Ho visto la mia squadra ottima per circa 40 minuti, ma poi i soliti errori e il calo di adrenalina sono costati caro ad alcuni giocatori. Questo non deve più accadere perché le partite durano 60 minuti e se si vuole raggiungere una tranquilla salvezza bisogna restare concentrati e uniti per tutta la partita”. Infine, da parte del tecnico biancorosso, un duro ultimatum ad alcuni giocatori. “La maglia del Futsal Varese deve sempre essere onorata in campo e negli spogliatoi. E’ un messaggio che lancio ad alcuni miei ragazzi e in settimana ne parlerò con loro di persona per vedere se, veramente, ci tengono a far parte di questa squadra. Se così non fosse possono anche pensare ad altro, ma lontano da Castelseprio”. E sulla partita contro La Fortezza? “Dobbiamo tornare a fare i tre punti, dico solo questo” chiosa Martucci.

 

 

La prealpina, 05 Febbraio 2018

FIGC-LND 2018: Corso Allenatori di Base C5

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

La prealpina 29 gennaio 2018

FCD Little Pub

Fonte

1ª GIORNATA DI RITORNO
VANZAGO-LITTLE PUB 1-1

Marcatore: Sasso

LITTLE PUB: Gervasio; Pontoglio; Sabatelli, Bragato, Di Biasi. A rotazione: Ferrara, Sasso, Molteni. A disp.: Locatelli, Impoco, Dodaro. All.: Pizzo

SEDRIANO – Colpaccio sfiorato in casa dell’ex capolista Vanzago, che agguanta il pareggio a 5’ dalla fine con la punizione vincente di Rattà. Little che recupera Ferrara, ma non Ercolani, che dà forfait per influenza. Partita tosta sul parquet di Sedriano, con il Little che prova subito a farsi vedere dalle parti della porta vanzaghese, ma sono i padroni di casa a mettere alla frusta Gervasio, prodigioso con un paio di parate da urlo. Ma nel momento di maggior pressione del Vanzago, ecco il vantaggio Little. Gervasio para con la pancia ai 12 metri una conclusione di Zappia e il rimpallo innesca la ripartenza rifinita da Ferrara è concretizzata da Sasso. Il Little non molla la pressione, ma non crea più di tanto.

Nella ripresa Gervasio rimesso alla frusta, ma anche Pontoglio – altra partita da professore – Di Biasi e Sasso chiamano il portiere avversario a interventi determinanti. Il pareggio, giusto, arriva a 5’ dalla fine su una punizione dubbia fischiata in posizione centrale. Rattà, col mancino, trova l’angolo alto alla destra di Gervasio per in punto del pareggio.

La Prealpina 15 Gennaio 2018

La Prealpina 08 Gennaio 2018

La Prealpina 18 Dicembre 2017