Categoria: Stampa Locale 2017/18

SALITA IMPOSSIBILE

Con le vittorie di Little Pub e Academy Legnano, arrivate giovedì, per il Dairago diventa irraggiungibile la scalata verso i playoff, poiché dieci diventano i punti di distacco e quelli a disposizione sono solo nove.

Con la salvezza matematica raggiunta la giornata precedente, risulta assai difficile tirare fuori il carattere leonesco cui i ragazzi di mister Belli ci hanno spesso abituati.

Per giunta la trasferta non è di quelle che permettono di essere affrontate con leggerezza. Si va infatti a Mariano Comense, sul campo dell’Athletic Brianteo, in piena lotta play-off, determinata come non mai a raccogliere quei tre punti che ne daranno l’accesso matematico.

Come ormai è diventata una triste costante, il Dairago ci arriva con una formazione ampiamente rimaneggiata, con solo sei giocatori di movimento a disposizione del mister, più i due portieri.

La partita ha poca storia e, con tre gol per tempo, il Brianteo la chiude con un secco sei a zero, che non lascia diritto di replica alcuno.

Gli stimoli l’hanno fatta da padrona e, come cartina tornasole, fa riflettere il fatto che i nostri ragazzi, che vantano l’attacco più prolifico del girone, in sessanta minuti, non sono riusciti a creare una chiara e nitida occasione da gol. Merito anche degli avversari, sia chiaro, ma resta comunque un dato che lascia pensare.

I nostri complimenti vanno all’Athletic Brianteo per il meritatissimo raggiungimento dei playoff, cui aggiungiamo un sincero in bocca al lupo.

Però i ragazzi di Dairago dovranno in fretta ritrovare gli stimoli per finire il campionato in maniera decorosa ed onorare fino alla fine il torneo, tornando da subito ad essere quella squadra che non è disposta a farsi mettere i piedi in testa da nessuno.

IL GIRONE PRENDE FORMA 8 agosto 2018 Read more...
come nasce il nuovo DAIRAGO 1 agosto 2018 Read more...
That’s all folks… per ora… 27 aprile 2018 Read more...
ULTIMO ATTO 24 aprile 2018 Read more...
Il Dairago risorge 23 aprile 2018 Read more...

TEMPO DI PRIMI VERDETTI

La giornata appena conclusa ha dato un primo verdetto matematico: il Malgrate, se vorrà salvarsi, potrà farlo solo passando dai play-out.

Per quanto riguarda la corsa ai play-off, invece, nessun verdetto matematico ancora, ma la strada si fa decisamente in salita per Tubo Rosso, Varese ed Arona che, con solo 5 partite da disputare, dovranno riuscire a recuperare 8 punti (10 per l’Arona) a Bocconi e Little Pub e, nella loro scalata, dovranno inoltre superare in classifica Academy e Dairago, che hanno anche una partita in più da giocare.

Per le prime posizioni, infine, rientra di prepotenza l’Athletic Brianteo, che approfitta dei passi falsi di Vanzago e Real AVM CAM, e porta ufficialmente a tre la lotta per il massimo titolo. La situazione si fa assai intrigante.

Ma veniamo ai match che ci aspettano in questo turno…

L’incontro di cartello è sicuramente quello che vedrà di fronte Athletic Brianteo e Bocconi. Una squadra lotta per la vittoria finale e l’altra per conservare la posizione salda in zona play-off. Si prevede spettacolo.

Il Vanzago sarà ospite nella roccaforte del Varese, campo ostico, coi padroni di casa intenzionati a non mollare. Partita da “only the braves”.

Il CAM, invece, andrà a Cernobbio, ad affrontare il Cometa, che è in cerca di punti per mantenere la categoria. Sulla carta l’ago della bilancia dovrebbe pendere verso gli ospiti, ma non mi stupirei di un’eventuale sorpresa.

Altra squadra in lotta salvezza è la Fortezza, che avrà l’arduo compito di cercare punti in casa del Little Pub, tra le favorite per la qualificazione alle final four. “Mission impossible”? Staremo a vedere.

L’Arona cercherà di mantenere acceso il lumicino di speranza, ospitando l’Academy, alla quale potrebbe rosicchiare tre punti preziosi, ma i Legnanesi, dal canto loro, non vogliono allontanarsi dalla quinta posizione. Sarà quasi una partita a scacchi.

Per il Dairago, invece, c’è l’insidiosa trasferta a Cardano, dove troverà il Carioca degli ex Leto e fratelli Mazzetto, che ci ha abituato a risultati molto alterni. Quindi c’è da aspettarsi di tutto.

Infine, il Tubo Rosso cercherà punti tra le mura amiche, contro un Malgrate che, se vorrà evitare la retrocessione diretta, non potrà permettersi di sbagliare la partita.

Cinque giornate al termine, tre delle partite sospese per maltempo ancora da recuperare, e carne sul fuoco ce n’è ancora parecchia.

Personalmente sono felice che, da questa giornata, tornerò a seguire la mia squadra dalla panchina, poiché giovedì sarà finalmente terminato il mio periodo di purgatorio, dovuto a una squalifica che ritengo, a dir poco, assurda. A tutti gli altri auguro buon divertimento, poiché questo campionato, di emozioni, ne sta regalando a ripetizione.

 

Il mister Belli

IL GIRONE PRENDE FORMA 8 agosto 2018 Read more...
come nasce il nuovo DAIRAGO 1 agosto 2018 Read more...
That’s all folks… per ora… 27 aprile 2018 Read more...
ULTIMO ATTO 24 aprile 2018 Read more...
Il Dairago risorge 23 aprile 2018 Read more...

La prealpina, 19 Marzo 2018

La Prealpina, 12 Marzo 2018

La prealpina 26 Febbraio 2018

La prealpina 19 Febbraio 2018

News dal Futsal Varese: Futsal Tubo Rosso – Futsal Varese

Fonte

I biancorossi ancora sconfitti, questa volta a Verano Brianza, contro il Futsal Tubo Rosso. Incidente gioco tra Elfjor e Bizzozero, chiamata la guardia medica, partita sospesa per qualche minuto.

Il Futsal Varese inizia male il girone di ritorno di serie C2 incamerando in due giornate la seconda sconfitta consecutiva e questa volta contro una diretta rivale per non cadere nei playout, ovvero il Futsal Tubo Rosso sconfitto all’andata con un perentorio 10-5. Invece a Verano Brianza venerdì sera non si è ripetuta la prestazione dell’andata e quindi ne è scaturita una sconfitta con il risultato identico a quello subìto la settimana precedente in casa contro l’Athletic Brianteo, ovvero un 6-3 che, per quello visto in campo, sembra troppo eccessivo per i biancorossi. Il tecnico dei varesini, Dario Martucci, si è presentato a Verano Brianza senza delle pedine importanti quali il portiere Portogallo, e poi Cannavò, Nanut, Maiellaro e Bruttomesso e rattoppando questi con gli innesti di Rossetti e Manduca non ancora al 100% della condizione fisica. Ma andiamo al match di Verano Brianza. Partita che vede il Futsal Varese con schierati Mometti tra i pali, ultimo Caracciolo, sulle laterali Elfjor e capitan Sandu, e in avanti Gagliardi. Partenza non eccellente dei biancorossi che, per prendere le misure agli avversari, devono subire due reti al 5′ e al 9′ minuto. Da qui in poi, e per tutto il primo tempo, è praticamente Futsal Varese che, con delle bezze azioni corali, reagisce alla grande. Al 12’30” ecco il momentaneo 1-2 del bomber biancorosso Elfjor Jahori e, in chiusura, il pari di Loris Barile (alla sua prima marcatura in C2) che appoggia a porta vuota su una corta respinta dell’estremo difensore brianzolo. Un 2-2 giusto, anche se c’è da rimarcare che il Futsal Varese ha avuto sui piedi le occasioni migliori per passare in vantaggio. Ma quel che più ha destato preoccupazioni è stato lo scontro fortuito tra i compagni di squadra Elfjor e Bizzozzero al 27′ tanto da sospendere la gara per qualche minuto e addirittura chiamare la guardia medica. Entrambe i giocatori biancorossi si ripresentano nel secondo tempo in evidente stato di shock e con vistose bendaggi al sopracciglio per il bomber albanese e sotto lo zigomo per il pivot milanese. Comunque sia la ripresa vede all’inizio ancora un buon Futsal Varese con, al 2′ minuto, capitan Omar Sandu che porta avanti i suoi sul 3-2 il match. Ma la gioia dura poco. Il Futsal Tubo Rosso, come già accaduto nella parte finale del primo tempo, attua l’uomo di movimento e i varesini vanno in crisi subendo il pari e poi il sorpasso tra il 7′ e 11′ minuto. Allora i biancorossi tentano di tornare in carreggiata, ma invano. Elfjor, ancora stordito, sbaglia due gol clamorosi a porta sguarnita che potevano riportare i propri compagni in partita. Gol sbagliati gol subiti e così al 23′ e 24′ la doccia fredda del 5 e 6-3 in favore dei brianzoli. Peccato davvero perché il Futsal Varese, seppur senza giocatori importanti in campo, ha dimostrato di lottare e di essere un gruppo coeso. Ora però bisogna svlegliarsi e tornare a vincere per non essere inghiottiti nelle zone calde della classifica. Prossimo match a Casteseprio, palestra Don Cremona, giovedì 15 alle ore 21:30 contro La Fortezza che ha tre punti in meno proprio dei varesini. Una diretta rivale da allontanare assolutamente.

Dagli spogliatoi
MISTER MARTUCCI: “LE ASSENZE IMPORTANTI CI SONO COSTATE CARE, ANCHE SE CHI HA GIOCATO HA DATO TUTTO”

Mister Dario Martucci, al termine della gara, è chiaro: “Abbiamo mollato verso la fine regalando due reti che poi hanno dato la certezza al Futsal Tubo Rosso di conquistare i tre punti. Ho visto la mia squadra ottima per circa 40 minuti, ma poi i soliti errori e il calo di adrenalina sono costati caro ad alcuni giocatori. Questo non deve più accadere perché le partite durano 60 minuti e se si vuole raggiungere una tranquilla salvezza bisogna restare concentrati e uniti per tutta la partita”. Infine, da parte del tecnico biancorosso, un duro ultimatum ad alcuni giocatori. “La maglia del Futsal Varese deve sempre essere onorata in campo e negli spogliatoi. E’ un messaggio che lancio ad alcuni miei ragazzi e in settimana ne parlerò con loro di persona per vedere se, veramente, ci tengono a far parte di questa squadra. Se così non fosse possono anche pensare ad altro, ma lontano da Castelseprio”. E sulla partita contro La Fortezza? “Dobbiamo tornare a fare i tre punti, dico solo questo” chiosa Martucci.

 

 

La prealpina, 05 Febbraio 2018

FIGC-LND 2018: Corso Allenatori di Base C5

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

La prealpina 29 gennaio 2018