Categoria: Storia di tutti i giorni

Coppa Italia C1: Pavia C5 – Rovereto Futsal

4° GIORNATA DI RITORNO: LITTLE PUB-CARIOCA 3-2

LITTLE PUB-CARIOCA 3-2
Marcatori: Di Biasi, Pontoglio, Bragato

LITTLE PUB: Gervasio; Pontoglio, Sabatelli, Sasso, Bragato. A rotazione: Ozeas, Ferrara, Ercolani, Molteni, Di Biasi. A disp.: Cremascoli, Dodaro.

MARIANO COMENSE – Esattamente come un girone fa, la partita con il Carioca aveva una grande importanza in termini di morale e classifica per il Little, reduce dall’incredibile rimonta della scorsa settimana subita dal Futsal Varese. Per questa sfida, Gervasio e Pizzo decidono di partire senza pivot ma è dopo la prima turnazione che si sblocca il match con Di Biasi, bravo a concludere nel migliore dei modi uno schema da calcio d’angolo. Il Little mantiene la superiorità territoriale, ma alla prima distrazione viene punito dal gol del pareggio di Scinico, che approfitta di un errore in fase d’impostazione di Molteni per involarsi verso Gervasio e farlo secco. Il Little, al termine della prima frazione, manda i cardanesi al tiro libero, ma il palo dice di no agli ospiti e si va all’intervallo sul parziale di parità.

Nella ripresa il Little ritrova il vantaggio con Pontoglio, che questa volta finalizza uno schema su calcio di punizione. L’inerzia della partita passa ancora nelle mani gialloblu ed è Bragato a trovare il gol del 3-1 saltando un uomo e scovando il corridoio giusto per arrivare al gol. Il finale vede il Carioca trovare il gol del 3-2, ancora con Scinico, a 30 secondi dalla fine, ma questa volta i secondi finali non sono fatali al Little.

L’arbitro ferma la rincorsa del Dairago

LAINATE

Match clou della giornata, quello che vede la prima in classifica REAL AVM CAM ospitare la quarta DAIRAGO, reduce da 3 vittorie consecutive.
Per il Dairago C5 esordio in porta del nuovo acquisto Emiliano D’Ischia, meraciglioso ragazzo affetto di sordomutismo ma con un gran talento fra i pali, che regalerà una prestazione maiuscola.
Mister Belli decide di appiccicare al bomber avversario Mandalà il roccioso Mura, che sforna una prestazione da 10 e lode.

Dal primo minuto: Laterali Beretta e Costantini, pivot Parrella.

La partita appare subito avvincente da ambo le parti, con un Costantini uomo ovunque e i due portieri che fanno capire a tutti quanto sarà difficile superarli.È il CAM a passare in vantaggio con una rapida ripartenza.
I Leoni dairaghesi non si abbattono e, con l’ingresso di Ventimiglia, riescono a ribaltare velocemente, con le reti firmate proprio dal nuovo entrato e da Beretta, con un pregevole tiro al volo.
La partita, con anche un clamoroso legno colpito dai dairaghesi (sul tiro di Beretta l’incrocio vibra ancora adesso in stile diaposon), sembra prendere la piega giusta, ma è qui che entra in scena l’arbitro che, tra rimesse laterali, tuffi e falli non visti, per usare un eufemismo, ha la sfortuna di prendere una serie di decisioni sbagliate tutte a favore di una sola squadra.
Mister Belli chiede al direttore di fare più attenzione alle accentuazioni di caduta avversarie, ma per risposta riceve uno “stia zitto per favore”.
Nel frattempo il CAM pareggia con azione rocambolesca ma ben gestita.
Sul finire del tempo, il direttore di gara si inventa una punizione pericolosa in favore della squadra di casa, e fin qui tutto normale, se non fosse che ne fischia l’esecuzione mentre D’Ischia stava ancora sistemando la barriera (ricordiamo sopra le condizioni uditive del portierone): staffilata di Saffioti e gol che porta all’intervallo sul 3-2.

Nella ripresa i Dairaghesi paiono intenzionati a raddrizzare la partita, ma concedono un buco difensivo agli avversari, che non si fanno pregare a segnare il quarto gol.
Dairago a testa bassa nel tentativo di raddrizzare il match, anche Ponzini sforna una prestazione da leone, ma sempre l’arbitro fa molta fatica a fischiare i falli che subiscono i rossoblu e per il CAM non è difficile fermare le offensive avversarie, sia con le buone (nel quale sono molto bravi) sia con le cattive (poche volte ma sempre impuniti).
Dopo molta insistenza ed un altro legno clamoroso, Beretta trova il gol della speranza con un colpo da biliardo.
Speranza però resa vana sempre dalla stessa persona, che abbocca all’ennesimo tuffo e si inventa una nuova punizione per il CAM.
Un insolitamente esasperato mister Belli si lascia andare in un “ma si è tuffato!” e la seconda volta che l’arbitro gli rivolge la parola nei 60 minuti, lo fa per allontanarlo dal campo.
La punizione viene trasformata in gol dal bombardiere Saffioti e la partita si chiude 5-3.

Grande rabbia per i ragazzi dairaghesi, consapevoli di non meritare quella sconfitta, ma rabbia anche per il mister, che ci ricorda che lui non era mai stato espulso da allenatore, e non aveva mai ricevuto un cartellino, nemmeno giallo, da calciatore. Ci voleva questo arbitro…

Ora testa all’Arona che c’è bisogno di un riscatto immediato.

Risultati

Club1st Half2nd HalfGoalsEsito
Real Avm Cam325Vittoria
A.S.D Dairago 2011 C5213Sconfitta

Dettagli

Data Ora Competizione Stagione
15 febbraio 2018 12:11 PM 2017/2018 serie c2 m 2017/2018

Real Avm Cam

Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
 0000

A.S.D Dairago 2011 C5

# Giocatore Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
2Mura DavideUniversale0000
3Tomatis LucaUltimo0000
4Ponzini EmanueleLaterale0000
6Neglia DiegoPivot0000
7Costantini LucaLaterale0000
8Parrella AlessandroUltimo0000
10Beretta DavideLaterale2100
11Ventimiglia EmilianoPivot1100
12D’Ischia EmilianoPortiere0000
15Cianciaruso NicolòLaterale0000
 Totale 3200

La prealpina 19 Febbraio 2018

Gentili Associazioni Sportive,

Sono aperte le iscrizioni al  Corso di  di Operatore Massaggio Sportivo

Che si svolgerà a Milano in due week end: 17-18 e 24-25 Marzo 2018.

Al termine del corso verrà rilasciata la qualifica di Operatore Massaggio Sportivo valida a tutti gli effetti con DIPLOMA NAZIONALE AIFS e DIPLOMA NAZIONALE E.P.S.

(ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI) con comprensiva iscrizione come tecnico sportivo.

Il diploma ti permetterà di praticare l’attività come Operatore Massaggio Sportivo in tutte le palestre e centri sportivi, a tutti gli effetti ai sensi di legge: esso è riconosciuto dal CONI e valido come punteggio anche per ulteriori concorsi esterni o crediti scolastici e universitari!

Cordiali Saluti.

AIFS ITALIA

Associazione Italiana per la Formazione Sportiva

Via E. De Nicola, 15/17, 84081, Baronissi (SA)

Tel. +39 089 097 6343 – 3283443769

info@aifsformazione.it

16/2/18: REAL AVM CAM – DAIRAGO C5

Nulla da perdere per il Dairago C5 ospite della capolista Cam. Scontro diretto tra Beretta Davide Capocannoniere e l’inseguitore Mandalà Daniele.  

Dove Giochiamo

Programmazione: ore 21.15 – Venerdì 16/2/2018

Dettagli

Data Ora Competizione Stagione
15 febbraio 2018 12:11 PM 2017/2018 serie c2 m 2017/2018

Real Avm Cam

Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
 0000

A.S.D Dairago 2011 C5

# Giocatore Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
2Mura DavideUniversale0000
3Tomatis LucaUltimo0000
4Ponzini EmanueleLaterale0000
6Neglia DiegoPivot0000
7Costantini LucaLaterale0000
8Parrella AlessandroUltimo0000
10Beretta DavideLaterale2100
11Ventimiglia EmilianoPivot1100
12D’Ischia EmilianoPortiere0000
15Cianciaruso NicolòLaterale0000
 Totale 3200

Designazioni Arbitrali

Il Dairago C5 ingrana la Terza e vola in Quarta

 

Rispetto alla foto a lato, assenti BuKaj e Camarchio (entrambi hanno sospeso la stagione dairaghese).

Convocati: Colombo, Lideo, Mura, Cianciaruso, Costantini, Neglia, Parrella, Tomatis, Ventimiglia, Beretta

I dairaghesi, reduci da 2 vittorie consecutive, si apprestano ad ospitare la temuta Bocconi, avanti in classifica ma superabile con una vittoria. Uno scalpitante Davide Mura inizia il riscaldamento coi compagni ancora negli spogliatoi, convincendo mister Belli a farlo partire nel quintetto iniziale, con Colombo, Lideo, Beretta e Ventimiglia.

Video della gara qui

Fischio d’inizio – I leoni rossoblu paiono subito determinati a portare a casa i 3 punti, ma la sfortuna fa schiantare sui pali un paio di conclusioni. È invece la Bocconi a portarsi in vantaggio, grazie a un pregevole tiro al volo dopo una respinta difensiva. Pareggia Dado Beretta, che lesto insacca dopo un batti e ribatti.
Poco dopo, però, è Lumi ad inventare il nuovo vantaggio della Bocconi, con un tiro esterno col contagiri, da esporre nelle cineteche. Sul finire del primo tempo ancora Beretta trova un bellissimo gol d’anticipo sul portiere, che varrebbe il pareggio, se l’arbitro inspiegabilmente non lo annullasse.

Si va negli spogliatoi con la Bocconi avanti 2-1, nonostante la supremazia dairaghese.

Nel secondo tempo la storia sembra non cambiare, con la squadra di casa che crea ma non concretizza.È una punizione di Lideo, battuta con precisione da biliardo, a portare il tanto atteso pareggio. A questo punto è Ventimiglia, fino a quel momento più volto al prezioso sacrificio che alla finalizzazione, a salire in cattedra; prima insacca di prepotenza dopo essere stato imbeccato da Beretta; poi riceve da rimessa laterale, prende la mira, e fissa il punteggio sul 4-2.
Finale all’insegna di disperati tentativi bocconiani di raddrizzare la partita, ma è il turno di Colombo che, fermandoli tutti, mette la sua firma sul successo rossoblu.

.
Missione compiuta, terza vittoria consecutiva, Bocconi superata in classifica e quarto posto guadagnato.

Come dice “lo zio” Raciti: FORZA DAIRAGO SEMPRE!

Verso il DairagoC5 3punto0. Ripercorriamo la storia…

 

 

 

Vi ricordiamo che il Dairago C5 nacque sulle ceneri del Dairago 87, nell’ormai lontano 2011, quando Raimondo insieme ad un gruppo di amici (di cui Parrella Alessandro è ancora il capitano in carica) decise di fondare questa piccola realtà sportiva.

Gare ed allenamenti nelle piccole palestre di Dairago: portieri nella palestra delle scuole elementari per un allenamento separato e giocatori di movimento nella palestra delle scuole medie.

Al tempo dell’esordio, l’organo presidenziale era costituito da Salerno Melchiorre e Marco Parrella.
L’anno successivo, subentrò nel ruolo di Presidente Piero Zangrilli ed il Dairago C5 si affermò nel campionato di serie D conquistando la promozione alla serie superiore.

Zangrilli rimase al vertice per circa 18 mesi fino al subentro ufficiale di Raimondo nel ruolo di presidente.

Squadra Maschile campionato serie D

Selmo Claudio (Portiere), Dell’Aera Andrea (Portiere), Cozzi Riccardo (Portiere), Mura Davide (Laterale), Lupori Marco (Universale), Austero Girolamo (Ultimo), Parrella Alessandro (Laterale), Carlomagno Simone (Ultimo), Turati Luigi (Ultimo), Tomatis Luca (Laterale), Croci Diego (Laterale), Grassiccia Alessandro (Pivot), Ceriotti Fabio (Ultimo), Mereu Daniele (Laterale), Proverbio Paolo (Laterale), Incarbone Alessandro (Laterale), Russo Giuseppe (Laterale), Lideo Gabriele (Laterale), Costanzo Andrea (Pivot), Salvalaglio Angelo (PIvot), Polato Alex (Pivot), Cassano Daniel (Portiere), Mazzetto Alessandro (Pivot), Cozzi Enrico (Laterale), Codoro Loris (Pivot)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altri 3 punti allontanano il dairago dalla zona playout.

La squadra entra in campo con Colombo, Lideo, Mura, Ponzini, Ventimiglia dal primo minuto… in panchina c’è il convalescente Beretta, pronto a dare il suo apporto a partita in corso. Capitano Parrella. 

MALGRATE – Il Dairago è subito padrone del campo, ma non riesce a trovare il guizzo decisivo, mantenendo il punteggio inchiodato sullo 0-0, complice anche una buona organizzazione difensiva avversaria.
Dopo 7 minuti, mister Belli, corre ai ripari, inserendo la fantasia di Beretta e qui la partita si spacca, anche grazie al prezioso contributo del capitano Parrella.
Manco a dirlo, è bomber Beretta a sbloccare il risultato, ma una dormita generale non lascia nemmeno il tempo di esultare: 1-1.
Una ripartenza firmata Parrella, Costantini e Ventimiglia, con soli 3 tocchi (per la gioia di mister Belli), porta nuovamente in vantaggio i Dairaghesi.
Pochi minuti dopo, un’azione caparbia di Parrella si conclude con un assist per Neglia che sigla il 3-1.
Il primo parziale volge al termine, ma è il turno di Parrella, che insacca con un cucchiaio da posizione decentrata.
Dopo l’intervallo il Dairago pare appagato e il blackout dairaghese è alle porte. Colombo, tra i pali, è costretto a fare qualche straordinario, ma “il fantasioso gran pezzo” di Beretta con la finalizzazione di Ventimiglia, portano altre 2 reti, fissando il punteggio sul 6-1 a metà del secondo tempo.
Finale di partita privo di grosse emozioni, coi Dairaghesi che tirano i remi in barca e i ragazzi di Malgrate ormai rassegnati alla sconfitta.

 

Malgrate Avis C5

Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
 0000

A.S.D Dairago 2011 C5

# Giocatore Posizione Goals Assists Ammonizioni Espulsioni
1Colombo LucaPortiere0000
2Mura DavideUniversale0000
3Tomatis LucaUltimo0000
4Ponzini EmanueleLaterale0000
7Costantini LucaLaterale0100
8Parrella AlessandroUltimo1200
9Lideo GabrieleLaterale0000
10Beretta DavideLaterale1100
11Ventimiglia EmilianoPivot3100
15Cianciaruso NicolòLaterale0000
6Neglia DiegoPivot1000
 Totale 6500