Categoria: Storia di tutti i giorni

D come Determinazione: S come Sette ad uno e Cappotto per la Polisportiva di Nova

agganciata in classifica la polisportiva di nova, pronta ad esplodere se non rientra mister pulici, a cui aguriamo una pronta e serena guarigione. prestazione tutta d’un fiato per i castellanzesi che cappottano gli ospiti con 2 under all’esordio in prima squadra.

D come determinazione.
D come Danilo Messa.
Esse come sette ad uno e continua la corsa positiva del Futsal Castellanza.
La vetta e la zona di sicurezza sono distanti, ma ripensando all’avvio di stagione, bisogna ammettere che la linea societaria di affidare la panchina a Messa ed il grande lavoro, del nuovo mister, sono stati la scelta migliore.

E per quanto riguarda il roster, ennesima prestazione di gruppo. Un gruppo sereno che nonostante le difficoltà ritrova il sorriso, la fiducia nel gruppo e nei singoli. Prima di proseguire con un’analisi sommaria della gara e dei suoi interpreti riportiamo una battuta del presidente, Raimondo, raggiunto sugli spalti: “Sono assolutamente contento, un’altro risultato utile che premia il lavoro di Messa in primis, che alla sua prima esperienza da allenatore, studiando 24 ore su 24, si confronta con la squadra ed orchestra quello che finalmente stiamo vedendo: “un bel futsal” rischiando: Mirante dal primo minuto, TITOLARE, (ndr, prima non vedeva nemmeno la panchina); le costanti Under in prima squadra: questa sera hanno assaporato il campo Waillant e Redaelli oltre, il solito Cherobin.”

Sugli avversari non c’è molto da dire: poche idee di gioco seppur singolarmente buoni atleti con potenziali individualità, confusione in panchina, scarsa gestione degli atleti. Sicuramente tutti possibili acquisti a fine stagione.

Per quanto riguarda il Futsal Castellanza, prestazione ALL IN di tutti.

Convocati: Colombo e Devittori tra i pali. Caruso, Cherobin (Under), Engheben, Mirante, Manuzzato, Radaelli (Under), Resta, Piran, Spadaccino, Waillant (Under).

Il quintetto iniziale vede a sorpresa il trio Mirante, Resta e Manuzzato (in doppia cifra questa sera). E’ quest’ultimo a segnare la prima marcatura del match su assist di Luis Alberto Resta con tapin vincente sul secondo palo (scatenando in qualche parte del mondo un terremoto… perchè il nostro Pier non segnava da quella posizione da oltre 10 anni). Perfetta la prestazione di Mirante, Marco: combatte con intelligenza su ogni pallone, trovandosi alla perfezione con il nostro Luis Alberto Castellanzese che, rispolverato, affronta i sessanta minuti disponendo di un’ottima visione di gioco. I suoi passaggi filtranti, gli assist, il dribbling, i calci piazzati sono una spina nel fianco per gli ospiti. Precisione e forza nella marcatura su assist al bacio di Spadaccino… Il quale, trova anche la quarta signatura consecutiva, con un contropiede fulminio (parliamone) che, rubata la palla a centro campo, si invola al Tu x Tu con il portiere avversario: numero uno in piedi, palla a fil di palo.
Con il destro e con il sinistro, tra i preferiti anche  Piran (ultimamente fortuna per noi, ci ha preso gusto), che sotto gli occhi attenti del papà, si procura il calcio di rigore per il 2 a zero e controbattendo, e calando la doppietta, il tiro di Resta sul Palo, insacca il portiere ospite.
A segno anche il “solito” Caruso, 45 anni e non sentirli (forse sono 43…) che dalla banda, sigla l’euro gol.

Impossibile non ricordare lo splendido Colombo, indaffarato anche questa sera causa delle inadempienze del reparto offensivo in fase difensiva. Ottime le acrobatiche parate che danno  sicurezza ai compagni… due le occasioni per punire il compagno di reparto avversario, ma sfortunato ed impreciso.

Esordio per gli under Waillant e Radaelli. Per entrambi ottima prestazione. Entrambi devo rimandare l’appuntamento con il gol. grazie a tre ottimi interventi del portiere avversario. Entrambi dotati tecnicamente disputano un’ottima gara.

Engheben e Cherobin sono i soliti pilastri indiscussi. L’ossatura del futsal castellanza. Per il primo partita perfetta al riscatto rispetto alla prestazione di lunedì, in coppa. Il secondo meno lucido delle precedenti prestazioni, causa uno stato di salute precario (39.2 di febbre).

GAME OVER. Tanto Entusiasmo e forza Futsal Castellanza

 

U21: L’arbitro con un errore tecnico sancisce la sconfitta per i leoncini castellanzesi

CASTELLANZA 7/12/2019

Prestazione perfetta per i ragazzi di Mr Rolfi che a tempo quasi scaduto, una manciata di secondi insomma, vengono trafitti per il due a tre finale, su un errore tecnico arbitrale.

Partita equilibrata e sullo zero a zero fino al ventiduesimo con tante parate del portiere avversario che si è opposto in modo maniacale all’attacco del Futsal Castellanza, seppur è necessario sottolineare, che i padroni di casa , gli hanno semplificato il compito in diverse occasioni. Sul finire del primo parziale, un errore di Castoldi al centro campo, facilita il vantaggio esterno.

Nei primissimi minuti della ripresa, il San Biagio raddoppia su un’altra ingenuità difensiva castellanzese. Accorcia le distanze Capitan Cherobin (38.3 di febbre) dopo una discesa devastante sulla fascia destra; deviazione decisiva di un diversore avversario che, sfortunato, al posto di respingere la palla sul fondo, la accompagna in porta. Al 13esimo del secondo parziale, i castellanzesi agguantano il pareggio su azione corale con legnata conclusiva sotto la traversa di Waillant. PARITA’

Continui capovolgimenti di fronte per oltre venti minuti. Bene le opposizioni tra i pali di Minoja numero uno del Futsal Castellanza e del portiere ospite. Il finale però lascia l’amaro in bocca ed il bruciore al culo: rimessa in attacco per i padroni non assegnata, palla dalla parte opposta agli avversari che, golosi e maliziosi, battono ed insaccano nella porta castellanzese sguarnita. Nemmeno il tempo di protestare, triplice fischio finale: GAME OVER.

Rabbia e sconforto tra i sostenitori di casa. Basterebbe un po’ di umiltà ma questa disciplina è troppo malata e sporca.

Abbiamo fatto un’ottima gara, gli avversari al triplice fischio hanno urlato con un grido liberatorio, la palla era nostra, è un grave errore tecnico e voleva pure avere ragione...” – Questo il disappunto di Mr Rolfi e aggiunge il diregente Cherobin “Si sono cacati addosso, abbiamo ricevuto tantissimi complimenti. I nostri atleti si sono comportati molto bene… l’arbitro? Non commento per non essere offensivo

 

Il Carugate vince ma il Castellanza passa il turno

Gli avversari andavano a duemila come è giusto che fosse. I miei compagni avevano ancora nelle gambe la trasferta di Vedano. Il turno lo passiamo: se i quattro legni ed i gol mangiati fossero entrati non saremmo qui a parlare della sconfitta

CASTELLANZA

La battuta iniziale di Salvatore Caruso, fermo ai box per un problema muscolare, è il riassunto perfetto dei sessanta minuti contro il Futsal Carugate. Serata in chiaroscuro per il Futsal Castellanza ed il Futsal Carugate, anche se sono molte di più le luci delle ombre. Risultato ininfluente ai fini del passaggio del turno di Coppa di disciplina di serie C2 che premia i padroni di casa in virtù del risultato dell’andata. (1-5). Gara ben giocata dal Carugate che a ranghi completi se la gioca con il Castellanza, ben organizzato, che ha dalla sua un buon portiere. Dal canto suo il Carugate era chiamato all’impresa per tentare di ribaltare il risultato dell’andata orchestrato dal proprio numero uno, decisivo su almeno una decina di conclusioni castellanzesi e dalla sfortuna dei padroni di casa (schieratasi come sesto “contro” giocatore in campo): al terzo minuto, conclusione di Sorrentino a giro sull’incrocio dei pali con portiere battuto; sempre nel primo tempo partecipa a “pali e traverse” anche Engheben e, nella ripresa raccolgono il punto anche Piran, Resta e Mirante.

“La palla non voleva entrare” dichiara capitan Engheben nel terzo tempo.

Finale per tre reti a due reti degli ospiti; per i padroni di casa doppietta di Marco Spadaccino che dedica entrambe le marcature a Mr Rolfi (allenatore della squadra Under) in panchina come accompagnatore (al quale, scappano pure lacrime di commozione).

Ora, l’attenzione si sposta sulla prossima gara di casalinga contro la Polisportiva di Nova diretta concorrente tra le squadre in lotta per l’ascesa alla classifica della serie C2; “gli avversari conoscono molto bene il campo ed i nostri tatticismi, considerati i rapporti con noi, oltre un mese di allenamento con Mr Messa per uno degli atleti coinvolti nella gara di giovedì, in ottica trasferimento (ovviamente sfumato) in questa finestra di mercato… speriamo non diventi un boccone amaro per il Castellanza. Dal nostro canto i ragazzi non l’hanno presa bene e sono certo che metteranno il doppio della determinazione offrendo un’altra ottima prestazione. Che vinca chi ha più fame di vittoria.”  conclude il presidente Raimondo.

Finale alla palestra polivalente da Vinci: 2-3. Il Futsal Castellanza passa il turno. (7-4)

 

In casa della Vedanese, grande prestazione: “meritavamo di più!”

“Grande prestazione, peccato per il risultato. un po’ di rimpianto per il finale. a pochi minuti dal termine eravamo in vantaggio con un giocatore in meno. Avremmo meritato la vittoria, purtroppo però abbiamo ottenuto soltanto un pareggio. Allo stesso tempo era importante portare a casa una grande prestazione e questa sera lo abbiamo fatto”

Poco da aggiungere alle parole di Mr Messa, che centra un altro risultato utile, favorendo l’ascesa del Futsal Castellanza in questo finale di stagione. Ottima la prestazione dei castellanzesi, privi di Salvatore Pitronaci (prestito all’Elle Esse) e Corciulo Fabrizio (prestito all’Accademy Legnano) ma con il ritrovato Resta che cala la doppietta personale e serve palloni per vincere la sfida, ma come in alcune delle precedenti gare, la fortuna guarda sempre dalla parte opposta.

Lo spogliatoio è finalmente compatto, il presidente Raimondo ritrova la serenità ed è sicuro che i punti non tarderanno ad arrivare e che il campionato è lungo per centrare parte degli obiettivi prefissati. “I ragazzi si cercano in campo, si impegnano tutti al 100%, chi gioca meno va cannone per il tempo in cui viene impiegato. Grande partecipazione alle sedute di allenamento; c’è tanta voglia di riscatto Ci crederemo fino alla fine.

Terzo KO di fila per il Futsal Castellanza

L’Elle Esse è troppo forte, terza sconfitta su tre gare ufficiali del campionato di serie C2: c’è da riflettere.

Tra le mura amiche contro l’elle esse non c’è il miracolo.

Mr Spadaccino, che dopo la gara contro il San Fermo si è dimesso, siede comunque in panchina nel tentativo di salvare la stagione e trovare nuove motivazioni contro la ex squadra, ma fallisce il salto di qualità, troppi errori difensivi e troppa imprecisione sotto porta. Il Futsal Castellanza rimedia la terza sconfitta, contro un’elle esse affamata di vittoria che si affida anche ai giovani talenti per mettere pressione, corsa ed espugnare Castellanza.

Primo parziale senza sussulti a parte il pareggio di Piran. Secondo tempo con rocamboleschi rovesci di fronte; la manovra ed il pressing degli ospiti è asfissiante: l’uno a zero nasce da un’imprecisione difensiva e gol sul secondo palo; il due a uno nasce da un paolo colpito dai leoni castellanzesi con il contropiede dell’elle esse; il tre ad uno su un’errore di valutazione del portiere di casa; il quattro a uno non ce lo ricordiamo nemmeno. Un’unica occasione in contropiede di valore per i padroni di casa sventata dal numero uno avversario: una mazzata, poteva essere il due a due.
Il giovane Cherobin viene allontanato dal campo per doppia ammonizione.
Nei dieci minuti finali, si prova il tutto per tutto con Russo come portiere di movimento: Sorrentino colpisce la traversa, Piran il Palo: finisce male, terzo KO consecutivo.

Lunedì ultimo turno in casa di Coppa Lombardia.
Accettate ed effettive le dimissioni di Spadaccino. Ultima panchina nel turno di lunedì contro la Polisportiva di Nova. Da venerdì 18/10 siederà al suo posto Danilo Messa in veste di allenatore. Scelta discutibile del presidente Raimondo che risponde alle nostre perplessità con le seguenti parole: “Le dimissioni son arrivate come un fulmine dal cielo, totalmente inaspettate. Abbiamo valutato e sentito diversi allenatori, ma la nostra categoria al momento non fa gola ai disponibili. Spadaccino non lascia il Futsal Castellanza e rimane a bordo come dirigente e giocatore; Messa traghetterà la squadra fino a nuovi sviluppi ed in attesa di monitorare il mercato con più calma. Sono sicuro che farà bene con il supporto di tutti gli atleti. Ringrazio Marco (il Mister dimissionario) per l’ottimo lavoro svolto. Gli auguro quanto prima di risolvere i problemi personali, di divertirsi come giocatore e di tornare quanto prima, determinato, sulla nostra panchina, a far ciò per cui è stato incaricato l’anno scorso nello stesso periodo, quando, non per i risultati scegliemmo di sostituire Belli offrendogli la panchina. “

Finisce l’avventura playoff del Dairago C5 nella finale di serie C2

Si chiude la stagione agonistica 2018/19 del Dairago C5 in quel di Sesto Sangiovanni,  ma resta comunque un ottimo campionato.

Al termine dei sessanti minuti regolamentari, la Selecao si aggiudica la finale di serie C2 per 3 reti a 2: per i dairaghesi a segno negli ultimi minuti del secondo parziale con Davide Engheben e Salvatore Pitronaci.

Nella serata di giovedì 16 maggio alle ore 21.45 si è consumata la speranza di portare a gara 3 la serie, dopo una gara comunque ben giocata dai ragazzi di Mr Spadaccino che, sino a 42esimo erano in partita con il risultato in parità, ma  quando la differenza fisica ed atletica si è fatta sentire la Selecao ha preso il largo portandosi sul 3-0 con due due disattenzioni difensive dei dairaghesi; al termine dei 60 minuti la gara si chiude 3-2, un risultato che rispecchia l’andamento del secondo parziale. Nel primo tempo, molte le conclusioni da parte di Resta, Manuzzato e Beretta nella porta dei padroni di casa, ma l’ottimo portiere sestese ha infranto i sogni di gloria dairaghesi. Nel secondo tempo la salita in cattedra dei padroni di casa ha penalizzato l’ottimo Colombo e con un indiavolato Pierro, la gara ha preso una via impervia per i nostri ragazzi.

A fine gara comunque un calorosissimo applauso a tutti i ragazzi da parte del pubblico e della dirigenza dairaghese per il buon campionato che ha riportato il Dairago C5 nei piani alti della classifica (terza forza del campionato) ed ai play off dopo cinque anni di assenza.

Adesso è tempo di pensare alla prossima stagione. Al via le sedute di allenamento per definire il roster della prossima stagione sportiva: sedute di allenamento il Lunedì dalle H21.00. x info contattare il Direttore Generale Danilo Messa.

La prima conferma arriva dal Mister: Marco Spadaccino guiderà la prima squadra nella stagione 2019/2020.

Davide Beretta, dopo due stagioni con la maglia dairaghese (oltre 100 gol 50 assist e 62 presenze), lascia il Dairago C5, per una nuova avventura sportiva in cui ricoprirà il ruolo di allenatore e giocatore ripartendo dalla serie D

Concludiamo il nostro intervento, nel ringraziare un GRUPPO che tra criticità lavorative e di studio ha saputo rimanere unito anche nei momenti difficili ottenendo un buonissimo risultato finale e il rispetto di tutti gli avversari.

 

Riportiamo, le dichiarazioni ufficiali di Dado (Davide Beretta), numero 10 del dairago C5

STASERA dopo due lunghissimi anni si chiude la mia avventura con la maglia DEL DAIRAGO C5 serie c2.. Sono stati due anni difficili e impegnativi,con molte gioie,dolori,discussioni e altro,MA PERSONALMENTE SEMPRE NEL RISPETTO DELLA SOCIETA’ E DEI COMPAGNI.. proprio loro I COMPAGNI,voglio partire dal ringraziare TUTTI I MIEI COMPAGNI DELL’ANNO SCORSO E MR BELLI che in una stagione difficilissima siamo riusciti a salvare bene iL dairago ed a mantenere la categoria,ma soprattutto UN GRUPPO UNICO dove ogni fine partita e dico OGNI FINE PARTITA pure nelle sconfitte eravamo in 5/6 sempre al ristorante a mangiare,pensare che in rosa se arrivavamo a 10 era tanto aaaaa… E PASSO a quasi tutti I MIEI COMPAGNI DI QUEST’ANNO CIOE’ QUELLE PERSONE CHE MI HANNO PERMESSO DI FINIRE LA STAGIONE su tutti RESTA,CHEROBIN,COLOMBO…………………ROVEDA,PONZINI,MANDUCA,CORCIULO,CUTURELLO,DIANA.
Poi a dicembre e’ arrivato sorrentino ma purtroppo l’abbiamo avuto per 2 mesi poi si e’ infortunato..e la serieta’ di engheben e manuzzato,. giocatori.
un ringraziamento anche allo staff mister,burzo,ds o dg messa,massimo e lo zio.
PER FINIRE COL PRESIDENTE JIMMY con cui c e stato un rapporto molto diretto e esplicito con alti e bassi ma sempre con massimo rispetto e amicizia.. alla quale faccio un in bocca al lupo per la crescita’ della societa’ e del settore giovanile.. RICORDANDOGLI PERO’ CHE NELLA VITA NN C E SOLO IL CALCIO,ma HAI UNA FAMIGLIA una moglie e due splendide bambine e quindi di nn scherzare col fuoco perche la vita e’ una sola e nn bisogna mai sottovalutare nulla.. MAI !!!
GRAZIE DI TUTTO E DELLA STIMA E DELL AFFETTO E FORZA DAIRAGO PER TUTTO !!!
…. IO INVECE A 37 ANNI mi rituffo in una nuova avventura e ANCHE CONTRO LO SCETTICISMO DEGLI ADDETTI AI LAVORI.. IO PERSONALMENTE CI CREDO E SI RIPARTE.. nuova societa’ LAS PALMAS C5 che partira’ dalla serie D con l’obiettivo di migliorare cio’ fatto dai BERETTA BOYS C5 o almeno eguagliare cio fatto in 3 anni .. PERO’ A QUESTO GIRO CON LO SFIZIO DI GIOCARCELA LA SERIE C1 !!!!!!!!!!!!!!!… mi daranno del pazzo,del montato .. di quello che volete ma IO CI CREDO e sto iniziando a mettere giu’ le basi per questo nuovo progetto dove avro’ carta bianca nella gestione e composizione della rosa… PERCHE’ VINCERE PUO’ ESSERE FACILE .. MA RICONFERMARSI A DISTANZA DI 8 ANNI SAREBBE QUALCOSA DI UNICO E MAGICO…  si parte  forza LAS PALMAS C5 !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

 

TUTTO RIMANDATO…….DAIRAGO IMBATTIBILE IN CASA.

ASD DAIRAGO 2011 C5 – SELECAO   3 – 3 

Reti Dairago

RESTA

CHEROBIN

PITRONACI

Finisce in parità, la prima di Andata della Finale Play-Off del Girone A serie C2, tra il Dairago e la Selecao, un pari, 3 – 3 con reti di Resta, Cherobin e Pitronaci, che consentono ai ragazzi di Spadaccino di mantenere l’imbattibilità casalinga nella stagione 2018/19.

La Selecao, si presenta a Castellanza con tutti i suoi gioielli, si respira aria di vendetta,dopo la brutta debacle all’ultima giornata che ha consegnato il titolo di prima della classe alla Derviese.

La gara si dimostra tesa e spigolosa, senza mai sfociare in cattiveria.

Le due squadre, si studiano fin dall’inizio, ma il Dairago sembra volerci provare di più, prima Beretta e poi Manuzzato tentano la via dei gol ma con poca convinzione e bisogna attendere il 10′ per  vedere Resta allungare sulla Banda sinistra e trafiggere il portiere ospite sul secondo palo.

Il pari arriva al 20′, unica sbafatura difensiva e Colombo è trafitto 1-1.

Passano 4 minuti, è Cherobin che dopo un’azione su calcio d’angolo, si libera centralmente, e lascia partire un tiro, non proprio irresistibile, ma che colpendo un difensore, si insacca in porta 2 – 1 Dairago.

I pochi minuti che rimangono, vedono una Selecao più convinta, che cerca il pari ma Colombo dice NO su un paio di sortite.

La seconda parte della gara, vede un Dairago attendista , che lascia campo e gioco alla Selecao, che comincia a macinare, mettendo a dura prova la difesa castellanzese, Colombo fa quello che può, ma deve arrendersi al solito Pierro che lo trafigge da pochi passi 2-2.

Ora la Selecao ci crede, e spinge come può, sfruttando anche il troppo permissivismo arbitrale, non sempre all’altezza, e a 10 minuti dalla fine sempre Pierro segna 2- 3.

L’imbattibilità casalinga vacilla, ma il Dairago ricomincia a giocare, mostrando il fianco alla compagine milanese, che non ne approfitta, anzi rischia in più di un’occasione di subire il pari, ma l’imprecisione dei  Leoni, sembra far pensare ad una sconfitta ormai prossima.

Invece ecco il colpo di genio, ripartenza veloce tre tocchi palla sulla corsa e Pitronaci, servito da Beretta mette in rete una stupenda, proprio dove il portiere ospite non può arrivare, arriva subito dopo il fischio finale , rimandando al 16 Maggio di conoscere che sarà la vincitrice.

Durissima, oggi è stata proprio come sospettavo, la Selecao voleva vendicarsi della sconfitta di campionato, e c’era quasi riuscita, ma noi abbiamo un cuore grande e mantenere l’imbattibilità era molto importante per noi.

Vedremo ora al ritorno, sarà una battaglia, loro hanno due risultati utili mentre noi dobbiamo solo vincere, quindi faremo di tutto. Anche per dedicare una ennesima soddisfazione al nostro presidente Raimondo, che proprio nella nottata di Venerdì è stato colto da un malore, ed ora si trova ricoverato, per una grave Polmonite e non credo riuscirà ad esserci, ma noi faremo in modo di fargli vivere una gioia.     Direttore Generale MESSA Danilo.

 

 

Nuova tegola in casa Dairago C5. Ai box si ferma Salvatore Caruso.

La compagine Spadaccino dovrà rinunciare al laterale Salvatore Caruso, causa un infortunio muscolare presentatosi nell’ultima gara contro la Selecao. L’atleta, in avvio differenziato con mr Belli, trova la condizione nella seconda parte della stagione, convincendo partita dopo partita lo staff tecnico. Dopo la doppietta nel derby di ritorno ed altre marcature nel corso della regular season, contro la Selecao parte titolare. Nonostante l’ottima prestazione in avvio di gara, la sfortuna che è sempre Vigile, ferma l’atleta spedendolo in infermieria.

Il pessimismo ha iniziato a serpeggiare dopo la visita del medico fisioterapista della squadra, Paolo Luciani; i tempi di recupero richiederebbero sei settimane per riprendere gli allenamenti e l’atleta Caruso siederà in tribuna, in qualità di supporter, con i colleghi Sorrentino, Resta, Engheben e Corciulo nella gara di playoff di giovedì 25 Aprile.

Ma conosciamo meglio Salvatore che nonostante la disavventura ha già dato chiari segnali positivi per la stagione 2019/2020.

Chi è Salvatore Caruso?

Sono un operaio ed a livello sportivo ho giocato in varie società di calcio a cinque, in serie C2, C1, B ( Cerro Maggiore, LS, Carioca); attualmente sono un atleta del Dairago C5.

Mr Belli prima e Mr Spadaccino dopo: 1 pregio ed 1 difetto per ognuno. Un tuo pensiero sulla scelta della società.

Ho iniziato male la stagione avendo avuto vari infortuni e quindi non ho avuto il tempo di conoscere mister Belli. Per questo non posso esprimere un giudizio. Per quanto riguarda mister Spadaccino: un pregio è la capacità che ha di creare insieme alla squadra situazioni piacevoli che fanno fare gruppo sia in spogliatoio che al di fuori. Un difetto! È interista e pensa ancora di saper giocare a calcetto😂. Riguardo alla scelta fatta dalla società, non posso esprimere giudizio perché è una cosa che non riguarda noi giocatori e comunque le scelte della società sono sempre indiscutibili.

Passato e presente: quali sono gli episodi che non si dimenticano?

Del passato ricordo positivamente l’anno in cui ho giocato in serie B con il Carioca, anche se il primo anno con l’ Elle Esse è stato indimenticabile. Come ricordo negativo, invece, la retrocessione con il Carioca. Nel presente la soddisfazione di essere arrivati ai play off con il Dairago, anche se avrei voluto giocare di più, ma comprendo le scelte del mister.

Riassunto sulla stagione appena trascorsa, sull’obiettivo, sul tuo impiego e pensieri per la prossima stagione.

Penso che l’andamento della stagione sia stato positivo poiché abbiamo raggiunto l’obiettivo principale: i play off nonostante i vari intoppi ed infortuni. Riguardo al mio impiego, come già detto prima, avrei voluto stare più in campo. Per la prossima stagione vorrei essere ancora con voi (la voglia in me è tanta), ma non so ancora se riuscirò a conciliare l’attività sportiva con i miei impegni familiari.

Un grosso in bocca al lupo dallo STAFF dairaghese e dal Dairago Time.

La prossima stagione è alle porte e la dirigenza del Dairago C5 riuscirà sicuramente a far concicliare Sport e vita Privata dei propri atleti.