come nasce il nuovo DAIRAGO

Tempo di vacanze questo, ma per noi del Dairago lo sono solo sulla carta, poiché dal triplice fischio dell’ultima partita di campionato, non abbiamo mai smesso lavorare per la nuova stagione.

Importanti novità, che sanno un po’ di rivoluzione.

Con il Presidente Gianmario Raimondo ci siamo seduti a tavolino, per decidere cosa volesse fare “da grande” il Dairago, ed eravamo ad un bivio: continuare ad essere la bella realtà di “amici” che, storicamente, hanno caratterizzato la squadra, oppure provare ad alzare l’asticella? Sia io che lui ci riteniamo ambiziosi, ed abbiamo optato per la seconda ipotesi, assumendocene tutti i rischi.

Il primo passo fatto è stato portare “a casa” un nuovo direttore sportivo, figura che mancava nell’attuale organigramma, e senza battere ciglio, abbiamo individuato subito l’uomo ideale, facendo uscire in un coro a due il nome di Danilo Messa. Fortunatamente per noi, il buon Danilo ha sposato subito il progetto, e da lì è iniziata, insieme, tutta la programmazione della squadra, che mi appresto ad illustrare.

Innanzitutto, abbiamo cercato di capire come alzare questa famosa asticella.

Il Dairago, come detto prima, è sempre stato caratterizzato da un gruppo storico di ottimi giocatori e, soprattutto, amici. Questa rappresenta sicuramente una bella cosa. Chi non vorrebbe giocare a buoni livelli coi suoi amici? Sarebbe la “comfort zone” ideale. Ma il punto è esattamente questo: se si vuole crescere, bisogna avere il coraggio di uscire dalle zone di conforto.

A malincuore, quindi, abbiamo deciso di dividere il gruppo di amici e provare nuove sfide. Avremmo voluto trattenere qualcuno dello “zoccolo duro” ma, in realtà, una volta diviso il gruppo, tutta la “vecchia guardia” ha deciso di intraprendere nuove sfide. Ed è giusto così, poiché la scelta che abbiamo fatto noi avevano tutto il diritto di farla anche i giocatori.

Pertanto, i ringraziamenti per quanto dato al Dairago vanno allo storico Capitano Alessandro Parrella, e agli ex compagni: Luca Costantini, Gabriele Lideo, Davide Mura e Johnny Tomatis (in rigoroso ordine alfabetico). A loro va il nostro più sincero “in bocca al lupo” per le nuove rispettive avventure.

Della squadra dell’anno passato, sono stati confermati solo coloro che erano stati inseriti un anno or sono. Vale a dire il capocannoniere del campionato Davide Beretta, i portieri Luca Colombo ed Emiliano D’Ischia, il giovane Emanuele Ponzini, il tuttofare Diego Neglia ed il bomber Emiliano Ventimiglia.

Per costruire una rosa competitiva, quindi, c’era bisogno di un corposo numero di nuovi innesti, per i quali ci sono state quotidiane consultazioni tra il sottoscritto, il Presidente ed il DS. Ma veniamo ai nomi scelti, usciti da una lunga serie di provini e colloqui.

Il primo a sposare il progetto è stato Fabrizio Vanacore, ex Domus. A seguire, in ordine cronologico, sono arrivati gli accordi con Fabrizio Corciulo e Salvatore Pitronaci, ex Fortezza, Marco Attilio Federico dalla Bocconi, Domenico Amabile dal calcio a 11, Davide Engheben, Pierluigi Manuzzato , Orazio Resta, Marco Spadaccino dall’Elle Esse. Ultimi due colpi, Simone Impoco e Daniele Modena, ex Aurora Cantalupo.

E con questi nomi direi che il parco giocatori può considerarsi decisamente competitivo, anche se, sia io che la Dirigenza manteniamo l’occhio vigile, in cerca di giovani da inserire al gruppo e, eventualmente, di nuove occasioni da valutare. Qualche nome nel calderone c’è, ma per ovvi motivi non intendo scoprire le carte.

Nello staff tecnico è stato inserito il preparatore dei portieri Mauro Burzo, mia vecchia conoscenza, del quale mi fido ciecamente.

Ultimo ma non meno importante è il nuovo campo di gioco, che sarà a Castellanza. Una struttura decisamente migliore della precedente, per ottenere la quale abbiamo lavorato quasi giorno e notte.

Che aggiungere? Ho solo una gran voglia di iniziare. I presupposti per fare una grande stagione ci sono tutti, ma attenzione alle insidie, che in questo sport non mancano mai, ed è per questo che lo adoro!

Ed ora attendiamo l’uscita dei gironi, prevista per questo giovedì, in modo da poterci fare un’idea sui prossimi avversari, anche se qualcosa prevediamo di saperlo già. Ma sarà l’argomento del prossimo appuntamento col punto del mister.

Intanto auguro delle splendide vacanze a chi è in procinto di partire e una buona permanenza ai meno fortunati.

 

Il mister Belli

IL GIRONE PRENDE FORMA 8 agosto 2018 Read more...
come nasce il nuovo DAIRAGO 1 agosto 2018 Read more...
That’s all folks… per ora… 27 aprile 2018 Read more...
ULTIMO ATTO 24 aprile 2018 Read more...
Il Dairago risorge 23 aprile 2018 Read more...

Rispondi