Derby legnanese: Le pagelle

Bassi: Preciso e puntuale in ogni intervento svolto. Dimostra un ottimo momento di forma e una lucidità fenomenale.

Carlomagno: Gioca tanto, corre tantissimo. Puntuale come sempre difensivamente. Rifiata 3 minuti ed amministra la difesa contro i 5 giocatori di movimento avversari.

Tomatis: Gioca dignitosamente; aperture e cambi di gioco sempre ben fatti. Ottimo difensivamente, legge bene le situazioni pericolose.

Parrella: Compito difficile nel primo parziale e non è la sua prestazione migliore! L’uomo per eccellenza da derbym  nella ripresa è da 8, il numero che porta sulla maglia. Assist , anticipi e gol. Fera gli rende la vita difficile, lui alla fine la spunta da campione.

Costantini:  Corre, lotta, si sacrifica ma a spese della gioia personale. Mancano i suoi gol: raccoglie palloni per far salire la squadra. Dà una scossa alla reazione dairaghese.

Boni: Ennesima prova di maturità: il mister lo tiene in piedi dal 23esimo a 32 esimo. 9 minuti interminabili senza poter contribuire da calciatore all’ottima prova dairaghese

Ortellado: Ci prova in tutti i modi, facendo anche saltare il posizionamento dei compagni. Importante come sempre. Semina il panico per il campo e solo l’ottimo Pasqualicchio gli nega il gol.

Zappia: Decisivo sia difensivamente che offensivamente. Partita straripante, qualche difetto c’è però cala l’ennesima tripla e tira le redini della salvezza.

Codoro: Nella ripresa lui ed i suoi compagni impeccabili, merito della proverbiale sfuriata nello spogliatoio tra un tempo e l’altro.

Tripoli: Non impiegato; supporta e festeggia i compagni.

Mura: si è dimostrato una pedina fondamentale: alla sua prima da titolare non sbaglia: il cavallo pazzo di dairago attacce e difende. Protagonista nella seconda parte della gara: due gol pesantissimi!