Emozionante giornata di campionato: Seria Killer Lideo lancia al 4 posto i dairaghesi; gara al cardio palmo per la juniores; KO delle ragazze in casa del lecco

SERIE C2 – Dairago C5 4 in classifica con il miglior attacco della serie C2, girone A

Emozionante la gara della prima squadra, consumatosi venerdì 6 marzo contro i milanesi dell’Olmi.
Gara perfetta di Gabriele Lideo, battezzatto “serial Killer” sulla prealpina.
I ragazzi di Mr Codoro rifilano 5 fichi all’olmi di Mr Parenti.
A segno per i dairaghesi: poker di Lideo, Tripla di Zappia Francesco e doppia cifra per Zappia Carmine con due assist perfetti all’attivo.
Ottima la prestazione tra i pali di Tripoli che al momento del bisogno nega per due volte la rete ai milanesi.
Buona direzione arbitrale.

JUNIORES – Gara al cardiopalmo

Che giornata per i ragazzi di Mr Raimondo.
Primo tempo a favore del san Biagio che chiude il primo parziale con un vantaggio di 6 reti a 2, nonostante il vantaggio dairaghese per 2 reti a zero.
Nel secondo tempo solo Dairago.
Nei primi 8 minuti del secondo tempo: grazie ai centri di Sora, Mazza, Livero e Noè, i dairaghesi ribaltano il risultato portandosi per 7 reti a sei.
Gara ipotecata fino ai 3 minuti di recupero sanciti dall’arbitro.
Nei 3 minuti seguenti, il San Biagio si riporta in vantaggio per 8-7.
A 15 secondo dal triplice fischio, Sora regala il punto ai dairaghesi e la gara si chiude sul 8-8
Altri due punti buttati!
Marcatori: 3 Sora, 2 Livero, 2 Mazza, 1 Noè.
Da segnalare il buon esordio, dopo 1 anno di assenza per infortunio, per Cascino tra i pali.

SERIE C FEMMINILE – Ancora una sconfitta per le ragazze del Dairago C5

La stagione femminile del Dairago C5 non decolla.
Un Dairago a tratti super, a tratti irriconoscibile incassa una sconfitta molto più sonora del previsto nonostante la competitività messa in campo. A Monza i momenti di massimo agonismo e di “concentrazione tattica” si sono infatti alternati a momenti di deconcentrazione e agitazione che hanno compromesso una gara che si era incanalata fin dall’inizio sui binari giusti.

Le dairaghesi, sostenute dal tifo del pubblico accorso per l’incontro, recriminano prima per un fallo di mano al limite dell’area avversaria non concesso dal direttore di gara e poi aprono le marcature al 5’ minuto di gioco con un tiro di Pennisi deviato in rete dalla difesa. Passano solo tre minuti e all’8’ minuto è Giosuele a ribadire in rete una respinta del portiere avversario.
Il forcing del Dairago aumenta ma la terza marcatura sfugge di poco a qualche metro della porta.
Il Lecco, dal canto suo, nonostante il momentaneo svantaggio, mostra come al solito la sua abilità di possesso palla nella propria metàcampo ma si limita a tiri da lontano che non impensieriscono Ottobelli tranne quando al 12’ minuto Bandolin coglie il palo.
Poi al quindicesimo la “luminosità” del gioco delle Dairagirls si spegne all’improvviso su un tiro dalla trequarti di Rossi che s’insacca all’incrocio dei pali alla sinistra di un’incolpevole Ottobelli.
Le Dairagirls subiscono il colpo e al posto di continuare ad attaccare vanno in panico regalando in dieci minuti 3 gol grazie ai soliti svarioni causati dalla poca lucidità.
Il secondo parziale ripercorre le sorti del primo e dopo appena 4 minutidi gioco un pallone apparentemente innocuo scivola dalle mani di Ottobelli e si deposita in rete.
Il Lecco c5 è a livello di gioco superiore a quello dairaghese.
Le giocatrici tecnicamente e tatticamente superiori, amministrano la gara con disinvoltura.
A 10 minuti dal termine, le ragazze di Colombo in contropiede accorciano le distanze.

Il risultato è frutto di un gap di esperienza, ma è solo la prima stagione delle ragazze del dairago C5.
Le ragazze dairaghesi sono giovani e promettenti si confrontano con caparbietà contro squadre di buon livello.
Ottimo il lavoro della dirigenza.