FIGC – Infrazioni e sanzioni 1

L’inizio e la ripresa del giuco

Se il pallone è in gioco e l’esecutore del calcio d’inizio tocca (tranne che con le mani) di nuovo il pallone prima che lo stesso sia stato toccato da un altro calciatore:

  • un calcio di punizione indiretto viene accordato alla squadra avversaria nel punto in cui si trovava il pallone quando è stata commessa l’infrazione (vedi Regola 13 – Posizione del calcio di punizione)

Se il pallone è in gioco e l’esecutore del calcio d’inizio tocca deliberatamente il pallone con le mani prima che lo stesso sia stato toccato da un altro calciatore:

  • un calcio di punizione diretto sarà accordato alla squadra avversaria nel punto in cui si trovava il pallone quando è stata commessa l’infrazione (vedi Regola 13 – Posizione del Calcio di Punizione) e la sua squadra sarà sanzionata con un fallo cumulativo

Nel caso di ogni altra infrazione della procedura del calcio d’inizio: l calcio d’inizio deve essere ripetuto e il vantaggio non può essere applicato.

Calci di punizione indiretto a favore della squadra attaccante

Quando un calciatore della squadra avversaria non rispetta la distanza prescritta durante l’esecuzione di un calcio di punizione:

  • il calcio di punizione deve essere ripetuto e il calciatore colpevole deve essere ammonito, salvo che non possa essere applicato il vantaggio o venga commessa un’altra infrazione punibile con un calcio di rigore. Se l’infrazione è punibile con un calcio di punizione, gli arbitri decideranno se sanzionare l’infrazione iniziale o quella commessa successivamente. Se la seconda infrazione è sanzionabile con un calcio di rigore o con un calcio di punizione diretto, sarà registrato un fallo cumulativo contro la squadra che ha commesso l’infrazione

Quando un calcio di punizione viene eseguito dalla squadra difendente all’interno della propria area di rigore, e il pallone non viene calciato direttamente fuori dell’area di rigore:

  • il calcio di punizione deve essere ripetuto

Se la squadra che esegue il calcio di punizione impiega più di quattro secondi:

  • gli arbitri devono accordare un calcio di punizione indiretto in favore della squadra avversaria dal punto in cui è stata commessa l’infrazione (vedi Regola 13 – Posizione del calcio di punizione)

A partire dal sesto fallo cumulativo, se il calciatore che esegue il tiro libero non calcia con l’intenzione di segnare una rete:

  • gli arbitri assegnano un calcio di punizione indiretto alla squadra avversaria dal punto in cui il gioco doveva essere ripreso

A partire dal sesto fallo cumulativo, se un tiro libero viene eseguito da un compagno del calciatore che era stato debitamente identificato per l’esecuzione: gli arbitri interrompono il gioco, lo ammoniscono per comportamento antisportivo e riprendono la gara con un calcio di punizione indiretto in favore della squadra difendente dal punto in cui il calciatore ha eseguito il tiro.