Il Carugate vince ma il Castellanza passa il turno

Gli avversari andavano a duemila come è giusto che fosse. I miei compagni avevano ancora nelle gambe la trasferta di Vedano. Il turno lo passiamo: se i quattro legni ed i gol mangiati fossero entrati non saremmo qui a parlare della sconfitta

CASTELLANZA

La battuta iniziale di Salvatore Caruso, fermo ai box per un problema muscolare, è il riassunto perfetto dei sessanta minuti contro il Futsal Carugate. Serata in chiaroscuro per il Futsal Castellanza ed il Futsal Carugate, anche se sono molte di più le luci delle ombre. Risultato ininfluente ai fini del passaggio del turno di Coppa di disciplina di serie C2 che premia i padroni di casa in virtù del risultato dell’andata. (1-5). Gara ben giocata dal Carugate che a ranghi completi se la gioca con il Castellanza, ben organizzato, che ha dalla sua un buon portiere. Dal canto suo il Carugate era chiamato all’impresa per tentare di ribaltare il risultato dell’andata orchestrato dal proprio numero uno, decisivo su almeno una decina di conclusioni castellanzesi e dalla sfortuna dei padroni di casa (schieratasi come sesto “contro” giocatore in campo): al terzo minuto, conclusione di Sorrentino a giro sull’incrocio dei pali con portiere battuto; sempre nel primo tempo partecipa a “pali e traverse” anche Engheben e, nella ripresa raccolgono il punto anche Piran, Resta e Mirante.

“La palla non voleva entrare” dichiara capitan Engheben nel terzo tempo.

Finale per tre reti a due reti degli ospiti; per i padroni di casa doppietta di Marco Spadaccino che dedica entrambe le marcature a Mr Rolfi (allenatore della squadra Under) in panchina come accompagnatore (al quale, scappano pure lacrime di commozione).

Ora, l’attenzione si sposta sulla prossima gara di casalinga contro la Polisportiva di Nova diretta concorrente tra le squadre in lotta per l’ascesa alla classifica della serie C2; “gli avversari conoscono molto bene il campo ed i nostri tatticismi, considerati i rapporti con noi, oltre un mese di allenamento con Mr Messa per uno degli atleti coinvolti nella gara di giovedì, in ottica trasferimento (ovviamente sfumato) in questa finestra di mercato… speriamo non diventi un boccone amaro per il Castellanza. Dal nostro canto i ragazzi non l’hanno presa bene e sono certo che metteranno il doppio della determinazione offrendo un’altra ottima prestazione. Che vinca chi ha più fame di vittoria.”  conclude il presidente Raimondo.

Finale alla palestra polivalente da Vinci: 2-3. Il Futsal Castellanza passa il turno. (7-4)