Il Dairago C5 ingrana la Terza e vola in Quarta

 

Rispetto alla foto a lato, assenti BuKaj e Camarchio (entrambi hanno sospeso la stagione dairaghese).

Convocati: Colombo, Lideo, Mura, Cianciaruso, Costantini, Neglia, Parrella, Tomatis, Ventimiglia, Beretta

I dairaghesi, reduci da 2 vittorie consecutive, si apprestano ad ospitare la temuta Bocconi, avanti in classifica ma superabile con una vittoria. Uno scalpitante Davide Mura inizia il riscaldamento coi compagni ancora negli spogliatoi, convincendo mister Belli a farlo partire nel quintetto iniziale, con Colombo, Lideo, Beretta e Ventimiglia.

Video della gara qui

Fischio d’inizio – I leoni rossoblu paiono subito determinati a portare a casa i 3 punti, ma la sfortuna fa schiantare sui pali un paio di conclusioni. È invece la Bocconi a portarsi in vantaggio, grazie a un pregevole tiro al volo dopo una respinta difensiva. Pareggia Dado Beretta, che lesto insacca dopo un batti e ribatti.
Poco dopo, però, è Lumi ad inventare il nuovo vantaggio della Bocconi, con un tiro esterno col contagiri, da esporre nelle cineteche. Sul finire del primo tempo ancora Beretta trova un bellissimo gol d’anticipo sul portiere, che varrebbe il pareggio, se l’arbitro inspiegabilmente non lo annullasse.

Si va negli spogliatoi con la Bocconi avanti 2-1, nonostante la supremazia dairaghese.

Nel secondo tempo la storia sembra non cambiare, con la squadra di casa che crea ma non concretizza.È una punizione di Lideo, battuta con precisione da biliardo, a portare il tanto atteso pareggio. A questo punto è Ventimiglia, fino a quel momento più volto al prezioso sacrificio che alla finalizzazione, a salire in cattedra; prima insacca di prepotenza dopo essere stato imbeccato da Beretta; poi riceve da rimessa laterale, prende la mira, e fissa il punteggio sul 4-2.
Finale all’insegna di disperati tentativi bocconiani di raddrizzare la partita, ma è il turno di Colombo che, fermandoli tutti, mette la sua firma sul successo rossoblu.

.
Missione compiuta, terza vittoria consecutiva, Bocconi superata in classifica e quarto posto guadagnato.

Come dice “lo zio” Raciti: FORZA DAIRAGO SEMPRE!