Michele Cherobin è il nuovo Responsabile Settore Giovanile

Nell’ottica della programmazione della prossima stagione sportiva, la società Dairago C5, sita in Castelllanza (VA), ha predisposto sui propri canali social, le locandine per la ricerca di atleti nati dal 2001 per sviluppare il Settore Giovanile.
Siamo ai nastri di partenza – dichiara il Direttore Generale Messa che, in accordo con la società e considerati i trascorsi nel ruolo di dirigente, incarica Michele Cherobin a Responsabile del Settore giovanile.

Il Dairago C5 seppur sia, da solo un anno sul territorio castellanzese, ha deciso di sviluppare il proprio progetto nel suddetto comune. Nel primo step, Raimondo & Co. avvieranno solo l’attività agonistica, affidando (se il numero di atleti minimo sarà raggiunto) il roster categoria Giovanissimi ad un allenatore abilitato dal settore Tecnico. Saranno organizzate, in accordo con il Comitato Regionale LND territoriale attività di selezione degli atelti.

Il progetto del settore giovanile dairaghese, vede anche la costituzione, dei roster partecipanti ai campionati di categoria U15, U17 e U19 con l’obiettivo di coivolgere, in primis i giovani sul territorio e per promuovere la disciplina del calcio a cinque, che ricordiamo non essere il calcetto dei quarantenni ma un vero Sport. Incaricato a Responsabiliedello sviluppo del progetto: Michele Cherobin “Il settore giovanile deve diventare il nostro fiore all’occhiello. Siamo in crescita a livello numerico. Lavoriamo affinchè il settore giovanile diventi un serbatoio importante per la prima squadra.

Ma chi è Michele Cherobin?

E’ un ragazzo cinquantenne appassionato di pallone, che ha giocato per tanti anni a calcio a11.
All’età di ventidue anni, con altri coetanei partecipava, con ottimi risultati, al torneo della befana di calcio a cinque (manifestazione per oltre 4 anni gestita dal Dairago C5 in collaborazione con la US Dairaghese). Si è avvicinato definitivamente al futsal, quando nell’87 la squadra di amici partecipanti al Torneo della Befana ha fondato l’associazione sportiva Dairago 87 affiliandosi al CONI ed alla FIGC e partecipando al campionato di Serie D.

Dopo qualche stagione il Dairago’87 lascia i palcoscenici federali e nel 2011 alcuni atleti dairaghesi con Raimondo fondano il Dairago C5. Nel 2013, si unisce al Dairago C5 in qualità di dirigente accompagnatore della squadra Juniores supportando Raimondo prima, allora Mister, e Carlomagno dopo, allo sviluppo del settore giovanile. Nel 2019 dopo 3 anni di inattività sportiva accetta la carica di Responsabile del Settore giovanile del Dairago C5.

purtroppo il futsal è visto come l’ultima spiaggia per gli over quaranta: l’occasione per tirare quattro calci al pallone e dimenticare le vicessitudini famigliari e lavorative; realmente, la nostra disciplina, è un ottimo trampolino per i giovani; i fondamentali tecnico tattici sono la base per il calcio a undici. Al Dairago C5 ci sono atleti preparati che han militato a lungo nei campionati di serie C2, C1 e B e sono tutti pronti a trasmettere la loro esperienza ai giovani. Il nostro compito è di trasmettere la nostra disciplina, che si pratica al coperto lontano dalle intemperie e dai malanni di stagione

e prosegue con un consiglio ai giovani calciatori

Meglio giocare ad alti livelli a calcio a cinque che giocare in terza categoria ad unidici

I risultati della prossima stagione sportiva non contano” Prosegue Messa nel corso della sua intervista. “Conta solo il fatto che i bambini vengano a giocare ed a divertirsi. Bisogna unire il fatto di venire a fare sport senza però trascurare l’aspetto ludico.”

Per il Dairago C5 il progetto e le sue fondamenta sono chiare. La filosofia anticipata da Manuzzato, nel corso della sua intervista, sarà cavalcata da tutte le squadre; noi vogliamo che i ragazzi vengano a divertirsi, non è un lavoro e non è la scuola. Quello che cercheremo di trasmettere anche ai genitori è “abbiamo giocato bene e ci siamo divertiti”.

Inutile negare che se ti diverti, poi vinci.