Tag: A.S.D Dairago 2011 C5

Designizioni Arbitrali Juniores: giornata 8

juniores

Derby legnanese: Le pagelle

Bassi: Preciso e puntuale in ogni intervento svolto. Dimostra un ottimo momento di forma e una lucidità fenomenale.

Carlomagno: Gioca tanto, corre tantissimo. Puntuale come sempre difensivamente. Rifiata 3 minuti ed amministra la difesa contro i 5 giocatori di movimento avversari.

Tomatis: Gioca dignitosamente; aperture e cambi di gioco sempre ben fatti. Ottimo difensivamente, legge bene le situazioni pericolose.

Parrella: Compito difficile nel primo parziale e non è la sua prestazione migliore! L’uomo per eccellenza da derbym  nella ripresa è da 8, il numero che porta sulla maglia. Assist , anticipi e gol. Fera gli rende la vita difficile, lui alla fine la spunta da campione.

Costantini:  Corre, lotta, si sacrifica ma a spese della gioia personale. Mancano i suoi gol: raccoglie palloni per far salire la squadra. Dà una scossa alla reazione dairaghese.

Boni: Ennesima prova di maturità: il mister lo tiene in piedi dal 23esimo a 32 esimo. 9 minuti interminabili senza poter contribuire da calciatore all’ottima prova dairaghese

Ortellado: Ci prova in tutti i modi, facendo anche saltare il posizionamento dei compagni. Importante come sempre. Semina il panico per il campo e solo l’ottimo Pasqualicchio gli nega il gol.

Zappia: Decisivo sia difensivamente che offensivamente. Partita straripante, qualche difetto c’è però cala l’ennesima tripla e tira le redini della salvezza.

Codoro: Nella ripresa lui ed i suoi compagni impeccabili, merito della proverbiale sfuriata nello spogliatoio tra un tempo e l’altro.

Tripoli: Non impiegato; supporta e festeggia i compagni.

Mura: si è dimostrato una pedina fondamentale: alla sua prima da titolare non sbaglia: il cavallo pazzo di dairago attacce e difende. Protagonista nella seconda parte della gara: due gol pesantissimi!

Il buon senso degli arbitri

All’occorenza una discussione simpatica della passata stagione: tema Arbitri.

Ai giovani arbitri viene insegnato subito che la regola più importante non è la 12, né la 5, né la 11, ma la Diciottesima Regola: il Buonsenso.
Poiché l’arbitro si pone come giudice inappellabile a dirimere le controversie delle partite di calcio, la sua scelta deve essere quanto più possibile coerente col Regolamento, ma pure equa e moderata, senza eccessi. Il Buonsenso, che dovremmo già utilizzare in ogni nostra azione quotidiana, si pone come filtro per riuscire a risolvere i casi più controversi alla maniera “del buon padre di famiglia”, cioè – secondo un antica usanza tutta italiana – accontentando tutti e nessuno, e in particolare senza scontentare troppo una persona sola.
Le regole del Buonsenso sono inelencabili, perché costituiscono un insieme non finito. Ogni arbitro attinge al proprio bagaglio, che unisce i consigli degli anziani e degli esperti all’esperienza propria e dei colleghi, agli studi personali delle partite viste, al polso del momento (che è il metro più importante per decidere).

Alla domanda: “Che qualità deve possedere un arbitro?” un noto arbitro di Serie C1 (giovane nonostante il metro applicato nelle sue gare) rispose: Un arbitro deve essere preparato nella conoscenza del regolamento, avere una buona condizione fisica e soprattutto usare il buonsenso.

 

Il calcio da amare

1948073_607174309335715_425880551_n

E’ finita da pochi minuti l’amichevole tra Sudafrica e Brasile. I verdeoro hanno vinto per 5-0, con una tripletta dell’attaccante Neymar, stella del Barcellona e uno dei giocatori più forti del mondo. Un bambino sudafricano entra sul terreno di gioco. E’ piccolo, sorridente, corre verso il suo idolo Neymar. La sicurezza interviene, vuole riportarlo a bordo campo. A quel punto, interviene Neymar che, aiutato da compagni, dirigenti e massaggiatori, prende quel giovanissimo tifoso in braccio. Infine, lo porta in mezzo agli altri
giocatori, che lo alzano al cielo: è lui, in quel momento, il protagonista, il centro di tutte le attenzioni, di tutti i cuori, di tutti gli affetti.

La gente applaude, qualcuno si commuove. Il servizio d’ordine tenta di riprendere il bimbo, ma non c’è niente da fare. I calciatori della Seleçao fanno quadrato, non lo mollano nemmeno per un attimo. Il bambino è raggiante, sta vivendo la sua favola.

Neymar si mette in posa con il bimbo per la fotografia. Guardateli, nelle immagini reperibili in rete: il fuoriclasse celebrato, strapagato è tornato anch’egli ragazzino, e i due ridono di gusto, niente altro può contare in quel momento, sotto quel cielo, sopra quell’erba. Guardate le smorfie che fanno, i gesti. Guardate la loro allegria, senza confini Infine, l’asso accompagna il bimbo dai suoi genitori.

Questo è il calcio da amare!

 

1° Edizione Dairago Futsal Marathon – 12H Maschile

Locandina-1-dairago-futsal-marathon-web

girone A – giornata 10 – gare dal 13/03/2014 al 14/03/2014 (2/2)

DAIRAGO C5 CARDANO 91 direzione della gara in carico a Gianmaria Lezzi della sezione di Milano

OLMI CESANOACCCALCIOCORBETTAVITTUONE direzione della gara in carico a Matteo Luperto della sezione di Saronno

SAN CARLO SPORTAURORA CERRO CANTALUPO direzione della gara in carico a Marco Criscione della sezione di Milano

SEPRIO C5 TICINIA direzione della gara in carico a Antonio Dario Cuomo della sezione di Milano

VEDANESEIL GIARDINO DANZANTE  direzione della gara in carico a Fabio Lamoglie della sezione di Varese

 

girone A – giornata 10 – gare del 13/03/2014 (1/2)

COMETAKICK OFF 2010 designazione arbitrale in carico a Stefan Hojda della sezione di Treviglio

SEPRIO C5TICINIA designazione arbitrale in carico a Antonio Dario Cuomo della sezione di Milano

SERIE C2: Kick Off riparte di slancio, risolrge il Seprio

Kickoff riparte di slancio

Archivio stampa

 

Il Dairago sprecone mantiene le vecchie abitudini ed espugna Lainate

A quattro giornate dalla fine i nostra ragazzi collezionano la seconda vittoria del 2014 espugnando il Pala Tobagi di Lainate.

Serie C2

Le squadre, nelle prime tre posizioni in classifica distaccano le inseguitrici. Al kickoff tornano Jout e Rosano ed i ragazzi guidati dal presidente/allenatore factotum Caracciolo, asfaltano l’Olmi Cesano.  Sfida d’alta classifica in quel di Cardano, dove i padroni di casa incontrano il San Carlo, 5° in classifica ed autore di un gran girone di ritorno con 8 vittorie in 9 gare disputate. Da segnalare la doppietta di Lambertini. Soddisfazione per il Cantalupo di Civati, che a quattro gare dalla fine è a sole tre lunghezze dalla capolista.
In zona retrocessione cambia poco: solo il Ticinia perde il contatto con la possibile salvezza: Mantello e compagine ricevano sette fichi dalla fortezza; il Seprio ed il Dairago C5 vincono rispettivamente su Vedanese e Giardini danzante, cercando di chiudere al meglio il proprio campionato.

Segnaliamo in chiusura, il finale di campionato di Vedanese e Dairago: per entrambe la strada è particolarmente in salita; nelle prossime giornate incontreranno Cardano, Aurora e Kickoff, tre roster che non intendono regalare o perdere punti in quanto si contengono la prima posizione.

Se nè vedranno delle belle.

Qui Dairago C5

Un Dairago sprecone espugna Lainate.
Parrella e Raimondo non volevano rompere la tradizione: in otto anni di futsal lombardo non hanno mai perso contro il Giardino Danzante (tornei, CSI, FIGC)!
Buona la prestazione dei dairaghesi che grazia alla doppia di Fossombroni, al fiuto del gol di Costantini ed al missile terra aria di Codoro, portano a casa 3 punti meritiati. Seconda vittoria del 2014. Segnaliamo nel nostro intervento, la buona prestazione arbitrale: come segnalato dal Mr sul forum del calcioa5.com, è il primo direttore di gara che ha il coraggio di fischiare tutti i falli oltre il quinto assegnando rispettivamente 2 tiri liberi alla squadra di casa e quattro tiri dal dischetto per la squadra ospite. I Dairaghesi non riescono ad evadere e Fossombroni, Lideo e Tomatis sbagliano clamorosamente. Sulla respinta di Tomatis (l’unico ad aver indovinato la porta) , Costantini da posizione defilata, infila l’avversario.

Prossima giornata

La vedanese si gioca il tutto per tutto sul proprio terreno di gioco ospitando il Giardino Danzante.
La vittoria permetterebbe  di consegnare temporaneamente ai lainatesi il cucchio di legno ed il biglietto per la serie D. Tra le partite di cartello segnaliamo l’altro scontro salvezza tra Seprio e Ticinia: per entrambi 20 punti in classifica e tanta voglia di riscatto.

Apparentemente facile tra trasferta della capolista Kickoff in quel di Cernobbio. Strada in salita per l’aurora che viaggia in quel di via parenzo per incontrare l’ottimo San Carlo. A Dairago invece ospiteremo il Cardano di Lemma privo del gioiellino Lambertini, per squalifica.

girone A – giornata 9 – gare dal 06/03/2014 al 07/03/2014

Designazioni arbitrali 9 giornata serie C2, girone A

VITTUONE vs CALCIO A 5 VARESE direzione di gara in carico a Aurelian Petrica Chirvasuta della sezione di Monza

AURORA CERRO CANTALUPO vs COMETA direzione di gara in carico a Domenica Pagano della sezione di Legnano

CARDANO 91 vs SAN CARLO SPORT direzione di gara in carico a Luigi La Sorsa della direzione di Milano

IL GIARDINO DANZANTE vs DAIRAGO C5 direzione di gara in carico a Jimmy Brady Florian Zuniga della sezione di Seregno

KICK OFF 2010 vs OLMI CESANO  direzione di gara in carico a Giuseppe Anzisi e Matteo Barletta delle sezioni di Mantova e Gallarate

LA FORTEZZA vs TICINIA direzione di gara in carico a Simone Brentan della sezione di Saronno

VEDANESE vs SEPRIO C5 direzione di gara in carico a Pierdaniele Cantilonne della sezione di Legnano