Tag: FIGC

1° Edizione Dairago Futsal Marathon – 12H Maschile

Locandina-1-dairago-futsal-marathon-web

girone A – giornata 10 – gare dal 13/03/2014 al 14/03/2014 (2/2)

DAIRAGO C5 CARDANO 91 direzione della gara in carico a Gianmaria Lezzi della sezione di Milano

OLMI CESANOACCCALCIOCORBETTAVITTUONE direzione della gara in carico a Matteo Luperto della sezione di Saronno

SAN CARLO SPORTAURORA CERRO CANTALUPO direzione della gara in carico a Marco Criscione della sezione di Milano

SEPRIO C5 TICINIA direzione della gara in carico a Antonio Dario Cuomo della sezione di Milano

VEDANESEIL GIARDINO DANZANTE  direzione della gara in carico a Fabio Lamoglie della sezione di Varese

 

SERIE C2: Kick Off riparte di slancio, risolrge il Seprio

Kickoff riparte di slancio

Archivio stampa

 

Il Dairago sprecone mantiene le vecchie abitudini ed espugna Lainate

A quattro giornate dalla fine i nostra ragazzi collezionano la seconda vittoria del 2014 espugnando il Pala Tobagi di Lainate.

Serie C2

Le squadre, nelle prime tre posizioni in classifica distaccano le inseguitrici. Al kickoff tornano Jout e Rosano ed i ragazzi guidati dal presidente/allenatore factotum Caracciolo, asfaltano l’Olmi Cesano.  Sfida d’alta classifica in quel di Cardano, dove i padroni di casa incontrano il San Carlo, 5° in classifica ed autore di un gran girone di ritorno con 8 vittorie in 9 gare disputate. Da segnalare la doppietta di Lambertini. Soddisfazione per il Cantalupo di Civati, che a quattro gare dalla fine è a sole tre lunghezze dalla capolista.
In zona retrocessione cambia poco: solo il Ticinia perde il contatto con la possibile salvezza: Mantello e compagine ricevano sette fichi dalla fortezza; il Seprio ed il Dairago C5 vincono rispettivamente su Vedanese e Giardini danzante, cercando di chiudere al meglio il proprio campionato.

Segnaliamo in chiusura, il finale di campionato di Vedanese e Dairago: per entrambe la strada è particolarmente in salita; nelle prossime giornate incontreranno Cardano, Aurora e Kickoff, tre roster che non intendono regalare o perdere punti in quanto si contengono la prima posizione.

Se nè vedranno delle belle.

Qui Dairago C5

Un Dairago sprecone espugna Lainate.
Parrella e Raimondo non volevano rompere la tradizione: in otto anni di futsal lombardo non hanno mai perso contro il Giardino Danzante (tornei, CSI, FIGC)!
Buona la prestazione dei dairaghesi che grazia alla doppia di Fossombroni, al fiuto del gol di Costantini ed al missile terra aria di Codoro, portano a casa 3 punti meritiati. Seconda vittoria del 2014. Segnaliamo nel nostro intervento, la buona prestazione arbitrale: come segnalato dal Mr sul forum del calcioa5.com, è il primo direttore di gara che ha il coraggio di fischiare tutti i falli oltre il quinto assegnando rispettivamente 2 tiri liberi alla squadra di casa e quattro tiri dal dischetto per la squadra ospite. I Dairaghesi non riescono ad evadere e Fossombroni, Lideo e Tomatis sbagliano clamorosamente. Sulla respinta di Tomatis (l’unico ad aver indovinato la porta) , Costantini da posizione defilata, infila l’avversario.

Prossima giornata

La vedanese si gioca il tutto per tutto sul proprio terreno di gioco ospitando il Giardino Danzante.
La vittoria permetterebbe  di consegnare temporaneamente ai lainatesi il cucchio di legno ed il biglietto per la serie D. Tra le partite di cartello segnaliamo l’altro scontro salvezza tra Seprio e Ticinia: per entrambi 20 punti in classifica e tanta voglia di riscatto.

Apparentemente facile tra trasferta della capolista Kickoff in quel di Cernobbio. Strada in salita per l’aurora che viaggia in quel di via parenzo per incontrare l’ottimo San Carlo. A Dairago invece ospiteremo il Cardano di Lemma privo del gioiellino Lambertini, per squalifica.

girone A – giornata 9 – gare dal 06/03/2014 al 07/03/2014

Designazioni arbitrali 9 giornata serie C2, girone A

VITTUONE vs CALCIO A 5 VARESE direzione di gara in carico a Aurelian Petrica Chirvasuta della sezione di Monza

AURORA CERRO CANTALUPO vs COMETA direzione di gara in carico a Domenica Pagano della sezione di Legnano

CARDANO 91 vs SAN CARLO SPORT direzione di gara in carico a Luigi La Sorsa della direzione di Milano

IL GIARDINO DANZANTE vs DAIRAGO C5 direzione di gara in carico a Jimmy Brady Florian Zuniga della sezione di Seregno

KICK OFF 2010 vs OLMI CESANO  direzione di gara in carico a Giuseppe Anzisi e Matteo Barletta delle sezioni di Mantova e Gallarate

LA FORTEZZA vs TICINIA direzione di gara in carico a Simone Brentan della sezione di Saronno

VEDANESE vs SEPRIO C5 direzione di gara in carico a Pierdaniele Cantilonne della sezione di Legnano

Alti e Bassi in casa Dairago: 15 punti disponibili per tentare la salvezza

Mancano 5 giornate alla chiusura del campionato di serie C2.

Buttando un occhio alla classifica,  sulla carta sono queste le squadre che si contendono il cucchiaio di legno e due posizioni in Serie D = retrocessione.

[tb_standings limit=”7″ comp=”209″ season=”197″ order=”ASC” linktext=”” title=”Classifica”]

*** -2 PTI di penalizzazione al Giardino Danzante

Se il campionato terminasse oggi stesso, la Vedanese risulterebbe retrocessa in Serie D.
A contendersi i due posti valida per la salvezza, nella fase playouf il Giardino Danzante, il Seprio C5, il Dairago C5, il Ticinia. Salvezza matematica per il Vittuone.

Pertanto la formula decisiva è la seguente:

  • 1 TURNO: 13° vs 10° gara di andata 11 aprile 2014
  • 2 TURNO: 12° vs 11° gara di andata 11 aprile 2014
  • 1 TURNO: 10° vs 13° gara di ritorno 18 aprile 2014
  • 2 TURNO: 11° vs 12° gara di ritorno 18 aprile 2014

Le perdenti dei turni 1 e 2 retrocedono in Serie D

Le vincenti dei turni 1 e 2 restano in serie C2.

L’ultima squadra classifica retrocede direttamente in Serie D

 

 

Raimondo: “Nuovi sviluppi in casa Dairago C5”

Il campionato è ancora in corso.
Il dairaghesi sono ancora in corsa per rispettare l’obiettivo prefessito ad inizio stagione: la salvezza è ancora molto lontana ma c’è chi pensa già al futuro.

Prossimamente il segretario dell’associazione, Raimondo Gianmario, convocherà, un’assemblea straordinaria dei soci, dove presenterà le iniziative dairaghesi per la stagione sportiva 2014/2015.
Ai microfoni del Dairago Time, l’attuale tecnico della prima squadra e promotore del futsal dairaghese.

Buona sera Mister: alcuni voci di corridoio la danno lontano dal Dairago C5, può confermare?

Bè… la stagione non è ancora conclusa. Non vorrei peccare di presunzione, ma qualcosa di buono ho fatto e probabilmente qualcuno è interessato al mio operato, seppur di lieve entità. Le voci che son circolate non sono infondate, ma, il progetto Dairago arriva prima di tutto. Sto cercando di concludere “dei rouge” avviati tre anni fà ed arrichitosi in queste stagioni: sono molto ottimista.
Non ho intenzione di lasciare il mio “giocattolino“… ma una proposta imparticolare, da amici oltre che colleghi sul campo mi alletta…  mettiamola così: se a giugno non ho portato qualche innovazione a Dairago, mi faccio da parte e mi trasferisco in quel di… nettamente più vicino a casa!

Innovazione? Può essere più chiaro?

Non ho mai promesso nulla e non voglio sbilanciarmi.
Vediamo… il primo obiettivo è la costituzione di un settore giovanile; stiamo allestendo grazie alla collaborazione con il presidente delle Dairagirls  la squadra juniores. Prossimamente ci incontreremo con i futuri atleti presso la nostra struttura di gioco per un campus primaverile; l’obiettivo è raccogliere i ragazzi per la strada (dairaghesi DOC) sotto la nostra ala, farli giocare, trasmettergli l’etica “dello sport” ed insegnare loro il futsal. Al termine del campus delineiremo il roster che parteciperà al prossimo campionato juniores. Per realizzare un settore giovanile sono necessari Sponsor e collaboratori “volontari” che possano sposare il nostro progetto, pertanto il secondo obiettivo è la riqualificazione del Dairago C5.

Riqualificazione del Dairago C5: un termine importante. 

In tre stagioni sportive siamo stati rappresentati da due presidenti nominali. Non entro nel dettaglio perchè potrei diventare maleducato e volgare. Attualmente nel comune di Dairago  ci sono tre società sportive che giocano con il pallone: noi, le dairagirls e la US Dairaghese.
Nei miei sogni c’è un’unica società ma è strada totalmente in salita: ci stò lavorando.

Per riqualificazione intende anche economica? Senza soldi non si và da nessuna parte.

Vero. I quattrini non cadono dal cielo. Ci stiamo muovendo per trovare contributi e sponsorizzazioni. Non è facile. Anzi è impossibile!
E’ in corso una totale riorganizzazione (ruoli, personalità, compiti e cariche) dell’associazione sportiva: a prescindere dalla categoria, dobbiamo necessariamente fare un passo indietro, temporalmente resettare e tornare al punto zero.
Pertanto: il nuovo DairagoC5 si autofinzierà tramite quote associative più consistenti e derivati da eventi sportivi. Colgo l’occasione per anticipare che, grazie alla collaborazione con la US Dairaghese, il 17 maggio organizziamo un 12H a 20 squadre presso il centro sportivo di via Carducci ed il 24 maggio, un 12H femminile presso la nostra palestra.
Siamo in contatto con un’azienda Dairaghese che possa rappresentarci sul territorio.
L’avvio della scuola calcio per portieri di calcio a cinque sarà la principale fonte di reddito.
Insomma, non siamo qui con le mani in mano.

Parliamo di progetti: a luglio di quest’anno sventolava il progetto “Dairago International”; non abbiamo più saputo nulla… ci sono aggiornamenti?

Assolutamente si. I contatti con la società estera sono stati formalizzati. E’ una società professionista ed i tempi sono stati più lunghi del previsto. Non posso indicarvi il quando ed il dove, ma i nostri colleghi, potranno usufruire di una vacanza sport con cadenza biennale (nel 2013 da noi, nel 2015 da loro): quindici giorni di eventi sportivi e culturali. Per l’occasione organizzeremo due tornei: un quadriangolare di apertura gratuito maschile/femminile di categoria ed un torneo di chiusura, patrocinato dalla lega, a otto squadre maschile.

Tanti progetti. Alle spalle un duro lavoro e tanta passione. E’ padre di due bambine, come pensa di combinare sport e famiglia?

Vincendo al super enalotto. Scherzo… Non vi nascondo che sono stravolto. Ho preso un impegno e lo porto a termine.
Il prossimo anno, a prescindere che sia a Dairago o altrove, mi ritaglio un ruolo più dirigenziale ed organizzativo, in modo da dedicare più tempo alle mie principesse (ed alla regina… insomma mi godo la famiglia!)
Nel caso in cui decidessi di rimanere qui a Dairago, lascerò quasi sicuramente la guida della prima squadra dedicandomi al settore giovanile; mi piacerebbe allenare la Juniores.
Se ciò non sarà possibile, per via degli impegni familiari, resterò alla guida del Dairago con ruolo più organizzativo.
Tanti “sè” insomma, … nel frattempo pensiamo alla stagione in corso. Poi si vedrà

Settore giovanile, juniores, prima squadra, forse calcio femminile… da poco a tutto. Da solo è impossibile… come pensa di procedere?

Non penso o meglio ho espresso solo pensieri ad alta voce. Riqualificata la società, con il consiglio direttivo, ponderiamo tutte le scelte e le opzioni. A me farebbe piacere che gli atleti “anzianotti” del dairago sposassero tutte le mie idee o almeno partecipassero ai tavoli di discussione.
Quest’anno ho personalmente coinvolto dell’Aera Andrea. Francamente spero che dal prossimo anno torni al suo ruolo naturale tra i pali. A me piacerebbe vedere attivamente Parrella, Codoro, Carlomagno, Tomatis… insomma gli anzianotti!

e Selmo?

Ovviamente. Non l’ho citato perchè lui ha sposato dall’inizio il progetto. Ci sentiamo spesso e pianifichiamo cercando di tenere i piedi per terra. Qualora decidessi di lasciare la piazza dairaghese, sono certo che mi seguirà altrove, non in veste di giocatore… Oramai è anziano anche lui!

Passiamo e chiudiamo?

Ma certo… chiude con una battuta sulla gara di questa sera?

Scendiamo in campo per vincere. Abbiamo bisogno di punti e coraggio. Tra meno di due mesi ci giocheremo i playout e vorrei mantenere la categoria: insomma orgoglio personale!

Per il futuro rimandiamo tutto questo vociare ai primi di giugno.
Arrivederci.

 

Designazioni arbitrali: serie C2 girone A – giornata 8

Serie C2 girone A – giornata 8 – gare dal 27/02/2014 al 28/02/2014

  • CALCIO A 5 VARESE vs KICK OFF 2010 designazione arbitrale in carico a Luigi La Sorsa della sezione di Milano
  • COMETA vs CARDANO 91  designazione arbitraole in carico a Marco Tenca della sezione di Mantova
  • DAIRAGO C5 vs VEDANESE designazione arbitrale in carico a Antonio Gadaleta della sezione di Milano
  • OLMI CESANO vs AURORA CERRO CANTALUPO  designazione arbitrali in carico a Silvio Gimigliano della sezione di Lomellina
  • SAN CARLO vs IL GIARDINO DANZANTE designazione arbitrale in carico a Diego Nocella della sezione di Legnano
  • SEPRIO C5 vs LA FORTEZZA  designazione arbitrale in carico a Matteo Luigi Bosetti della sezione di Abbiategrasso
  • TICINIA vs VITTUONE  designazione arbitrale in carico a Sirio Cosentino della sezione di Treviglio

La retrocessione è ad uno sputo: match cloue per il cucchiaio di legno

Tutto sommato, niente di più semplice: la retrocessione è alle porte.

3 le gare da non sottovalutare per Raimondo & Co: nel girone di andata quattro punti su  nove disponibili, di cui: 3 a Vedano, uno in casa con il Vittuone e ZERO con il Giardino Danzante: ricordiamo per dovere di cronoca, i dairaghesi vincevano 4-0 ed hanno perso 4-6… PAURA!!!!
La zona Playout è quasi una certezza, ma i nostri ragazzi, ci provono.
Venerdì scorso conquistano con una prestazione di grinta, cuore e coraggio, la prima vittoria del 2014. Questa sera ci riprovono: 3 punti d’oro per catturare una boccata d’aria migliore… da troppe settimane si respira aria da Serie D.

Lemma, nel primo anticipo della vent’unesima giornata, non resta a guardare e riduce lo svantaggio, sul Kickoff questa sera a Gemonio; dopo un primo tempo parsimonioso, i suoi ragazzi rifilano 5 fichi al Cometa e strappano i tre punti in quel di Cernobbio. Il Vittuone, nel secondo anticipo di giornata, strappa tre punti fondamentali per la zona salvezza al Ticinia, che cade, dopo un ottimo inizio di 2014, sul proprio terreno di giuco. Nel terzo anticipo di giornata, svolta in chiave salvezza per il Seprio C5, che ottine un prezioso punto sul proprio terreno di giuoco contro La Fortezza.

Qui Dairago – Una curiosità: per la seconda volta, in poco tempo,  il coach lascia perdere l’aspetto tecnico del proprio roster e dà, in chiave salvezza, la fiducia a chi ha giocato meno in questo campionato; contro il seprio dal primo minuto Boni Paolo; questa sera, in posizione di laterale, dal primo minuto Mura Davide.
Tripoli e Bassi si alterneranno tra i pali: entrambi daranno il proprio contributo; nel primo parziale “conservativo”, giocherà Bassi; nel secondo parziale “a trazione posteriore” giocherà Tripoli. Insomma, due facce e due approcci alla gara per Mr Raimondo, che siederà ancora una volta in tribuna. Il quartetto iniziale verrà completato da Carlomagno in posizione di Ultimo; Ortellado laterale e Zappia Pivot.
Squadra che vince non si cambia!
Tomatis e Costantini, danno il meglio, partendo dalla panchina: entrambi realizzatori di peso tra le file dairaghesi. Parrella e Fossombroni completano il roster e saranno disponibili dal secondo parziale per un Dairago Ultra Offesivo.
Lideo, è il Titolare escluso: per lui altra settimana di riposo e medicinali. “per il rouge finale devo avere giocatori motivati e nella massima condizione atletica auspicabile. L’obiettivo societario è tenere la categotia: Gabriele ha bisogno di riposo, causa il problema al ginocchio, ma al suo rientro tornerà ad essere uno dei pilastri del Dairago C5.” – Raimondo docet.
Assente dai campi da gioco anche Salute, per i soliti motivi lavorativi.
Da prossima settimana il Dairago non potrà fare a meno di lui per il rush finale in chiave salvezza.
Forza Davide, ti aspettiamo.

 

 

 

 

I primi 3 punti del 2014: “Diga ora” l’anagramma del Dairago della passata stagione.

Complimenti a tutti: abbiamo dimostrato l’attaccamento alla maglia: abbiamo giocato con il cuore. Non abbiamo espresso un buon futsal, in altre gare, nonostante il risultato a nostro sfavore, abbiamo fatto meglio… ad entrambe le squadre servano i 3 punti… per noi una gioia: finalmente una vittoria in casa.”

Qusta volta, a differenza di altre, Gianmario Raimondo vuole soffermarsi sul giudizio dei singoli: “per l’occasione Codoro, mi  ha sostituito in panchina, causa squalifica; ha gestito con ordine la squadra. Esemplare la prestazione di Carlomagno, in posizione di Ultimo. Molto bene anche Tripoli e Costantini: il primo tra i pali è  sicuramente il migliore tra i dairaghesi; Costantini fenomenale, per lua la seconda tripla stagionale.
Anche gli altri compagni non sono stati da meno. Li reputo un mezzo gradino più in basso per via di alcune sbavatura. Questa sera comunque ha vinto la squadra a prescindere dai nomi. Questi nove ragazzi ci hanno ridato luce e la speranza. Squadra che vince non si cambia: mercoledì a meno di infortuni, al termine della seduta di allenamento, andremo ad individuare i tre atleti che completeranno il roster di venerdì.”.